Brendon Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Comunità del fantasy dedicata all'eroe creato da Claudio Chiaverotti. - Materiale riprodotto dal sito di Sergio Bonelli Editore resta proprietà della casa editrice. - Qui spam = ban!
 
IndiceGalleriaCercaRegistratiAccedi
Siti e forum amici
Siti amici del Brendon Forum
Ultimi commenti
» Qualcuno volò sulla punta del pennello...
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeSab 20 Mar 2021 - 11:28 Da Gas75

» Che canzone state ascoltando? 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeSab 13 Mar 2021 - 14:58 Da <alessandro>

» #57 Gli sterminatori - ottobre 2007
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 15 Feb 2021 - 21:59 Da Gas75

» [libro] Sandokan - Le Tigri di Mompracem, di Emilio Salgari
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 25 Gen 2021 - 23:10 Da Gas75

» #91 L'equazione di Kellerman - giugno 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeDom 2 Ago 2020 - 18:43 Da <alessandro>

» Zagor
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMer 8 Lug 2020 - 13:45 Da <alessandro>

» #90 L'ultimo degli eroi - aprile 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 6 Lug 2020 - 14:13 Da <alessandro>

» [libro] Quando scende il buio e altri racconti (di G. Pero)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeSab 4 Lug 2020 - 18:46 Da Gas75

» Disney fantasy
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeVen 26 Giu 2020 - 13:41 Da <alessandro>

» Dylan Dog
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeDom 14 Giu 2020 - 16:37 Da Gas75

» #79 La sposa in nero - giugno 2011
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeVen 12 Giu 2020 - 15:54 Da <alessandro>

» Curiosità e notizie dal web 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMer 3 Giu 2020 - 13:12 Da Gas75

» S#13 La mappa delle stelle (team-up con Morgan Lost) - luglio 2016
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeVen 10 Apr 2020 - 16:24 Da Gas75

» Superman/Batman
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMar 31 Mar 2020 - 17:01 Da <alessandro>

» [film] Riddick (di David Twohy)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 23:31 Da <alessandro>

» Grafica del Forum
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 18:05 Da <alessandro>

» Archivio immagini di Brendon realizzate per le fiere del fumetto
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeGio 9 Mag 2019 - 14:12 Da Gas75

» Messaggi privati di spam
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeGio 2 Mag 2019 - 10:25 Da Gas75

» Dampyr
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeDom 28 Ott 2018 - 15:28 Da Gas75

» E' morto Sergio Bonelli
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeGio 25 Ott 2018 - 16:23 Da BeatOFPleasure2

Migliori postatori
Gas75 (12380)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
<alessandro> (6490)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
ghera (3669)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
giotaglia_80 (3150)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
fiamme d'inferno (1467)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
Pincopallino (372)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
Basko (182)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
BeatOFPleasure2 (143)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
rolling (34)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 
ginkgobiloba (26)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 I_vote_rcap 

 

 La bacheca di Syrus: per parlare di cinema

Andare in basso 
3 partecipanti
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14, 15, 16  Successivo
AutoreMessaggio
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 15 Mar 2010 - 11:24

Oggi posto questo capolavoro della commedia italiana (a mio parere! ! ! )

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Budbomber


Il regista Michele Lupo ripropone Bud Spencer nei panni dell'energumeno marinaresco, già attivo in Lo chiamavano Bulldozer (1978), sebbene lì si trattasse di un ex giocatore di football americano. La trama dei due film, a parte la scelta dello sport che fa da sfondo, è praticamente identica: l'ambientazione marittima livornese, gli antagonisti americani, i soprusi ai danni di un gruppo di italiani e l'evento sportivo quale riscatto dalle angherie.
Il nome del protagonista, Bud Graziano, è probabilmente un omaggio al pugile italiano Rocky Graziano (nome d'arte di Thomas Rocco Barbella).



Titolo originale: Bomber
Paese: Italia
Anno: 1982
Durata: 112 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: commedia
Regia: Michele Lupo
Soggetto: Marcello Fondato, Francesco Scardamaglia
Sceneggiatura: Marcello Fondato, Francesco Scardamaglia


CAST:

* Bud Spencer: Bud Graziano detto Bomber
* Jerry Calà: Jerry
* Stefano Mingardo: Giorgio Desideri detto Giorgione
* Kallie Knoetze: Rosco Dunn
* Gegia: Susanna
* Nando Paone:Ossario
* Angela Campanella: Lauretta
* Valeria Cavalli: fidanzata di Giorgione
* Bobby Rhodes:Samuel Newman
* Vincenzo Maggio: arbitro
* Piero Del Papa: uomo di Croupe

TRAMA:

Bud Graziano (Bud Spencer), alias Bomber, vecchia gloria della boxe, lavora ormai su una vecchia barca logorata come marinaio. La sua barca è destinata alla demolizione e lui si ritrova senza lavoro e senza un tetto. Incontra sulla sua strada Jerry (Jerry Calà), giovane proprietario di una palestra frequentata da personaggi rocamboleschi, che praticano la boxe con scarsi risultati, salvandolo da loschi figuri che vogliono picchiarlo, rivelando la sua natura di pugile. Jerry lo convince, grazie all'aiuto di sua sorella Susanna (Gegia) e con l'offerta di vitto e alloggio, a trovare un boxeur per un imminente incontro con la palestra di Rosco Dunn, un "sergentone americano" dedito a mille loschi traffici, che vince con l'inganno ed incute paura a chi lo sfida.

Durante una rissa in un locale, Bud nota Giorgio Desideri - in arte Giorgione -, un ragazzo che vive di espedienti ed estraneo allo sport ma dal destro vincente. Dopo un inseguimento pieno di risate, lo convincono e Giorgione diventa un promettente sportivo, nascono le amicizie con tutti i personaggi e Giorgione - nonostante un arbitraggio sfacciatamente a suo sfavore - sconfigge l'atleta degli americani Sam Newman (interpretato da Bobby Rhodes). In seguito alla sconfitta subita, gli scagnozzi di Rosco incendiano la palestra di Jerry. Bomber decide di sfidare Il sergente americano in una divertente gara clandestina di tiro alla fune e vince. Con il denaro conquistato riaprono la palestra "Forti e Tenaci". Successivamente però Rosco Dunn riesce a corrompere Giorgione raccontandogli una versione menzognera dello scontro di boxe tra lui e Bud Graziano (in realtà i suoi scagnozzi fratturarono la mano di Bud il giorno prima dell'incontro). Giorgione perde volontariamente un incontro con un certo Attilio Jacovoni e si pone così alle dipendenze di Croupe, il suo socio.

Bud si vendica devastando il locale di Krup e riesce a riportare Giorgione sulla retta via. Desideri sfida Dunn a un incontro di boxe per consentire a Bud Graziano di avere la sua rivincita. Dopo un duro allenamento, la sera dell'incontro gli scagnozzi di Dunn spezzano la mano destra a Giorgione, ripetendo quanto accadde anni prima con Bomber prima che affrontasse il sergente. Nonostante l'infortunio Giorgione riesce a restare in piedi alla prima ripresa. Poi Bomber scopre l'imbroglio e, spedendo l'arbitro fuori dal ring con uno spintone, affronta Rosco Dunn. Con le mani in perfette condizioni stavolta, sostenuto dall'intero palasport, Bud Graziano tempesta di colpi Dunn, e lo sconfigge nettamente (in questa sorta di rivincita del loro primo incontro, vinto con l'inganno dal sergente americano) mandandolo, infine, fuori dal ring dalla terza corda con un bel destro. Bomber ottiene così la meritata rivincita e, braccia spalancate, riceve l'acclamazione del pubblico.

CURIOSITA':

L'intero film è stato girato maggiormente tra Marina di Pisa, Tirrenia e Livorno. Le ambientazioni, tranne qualche eccezione, sono ancora tutt'ora visibili in questi luoghi.

COLONNE SONORE:

Colonna sonora degli Oliver Onions sul tema musicale di un loro lavoro precedente: la sigla dell'anime giapponese Galaxy Express 999.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMar 16 Mar 2010 - 12:36

Il film di oggi è.....

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 B0001o3yc601lzzzzzzz

Titolo originale: Pitch Black
Paese: USA
Anno: 2000
Durata: 110 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 2.35:1
Genere: fantascienza
Regia: David Twohy
Soggetto: Jim Wheat, Ken Wheat
Sceneggiatura: Jim Wheat, Ken Wheat, David Twohy
Produttore: Tom Engelman
Produttore esecutivo: Ted Field, Scott Kroopf e Tony Winley
Casa di produzione: Interscope Communications


CAST:

* Vin Diesel: Richard B. Riddick
* Radha Mitchell: Carolyn Fry
* Cole Hauser: William J. Johns
* Keith David: Imam Abu al-Walid
* Lewis Fitz-Gerald: Paris P. Ogilvie
* Claudia Black: Sharon Montgomery
* Rhiana Griffith: Jack
* John Moore: John Ezekiel
* Simon Burke: Greg Owens

TRAMA:

Un'astronave che trasporta civili verso un nuovo pianeta da terraformare si imbatte in uno sciame di asteroidi e precipita su un pianeta deserto, in cui brilla sempre il sole grazie ad un sistema solare composto da tre stelle. A bordo della nave c'è anche lo spietato criminale chiamato Riddick, che stava per essere lasciato in una prigione di massima sicurezza.
Il gruppo perlustra la zona e scopre che le basi umane installate sono totalmente deserte. Una seconda scoperta è che misteriose e sanguinarie creature extraterrestri sono annidate nell'oscurità della terra. Confortati dal fatto che questi esseri temono la luce del sole, i naufraghi tentano di riparare una nave abbandonata per scappare dal pianeta inospitale, ma, con terrore, scoprono che ogni ventidue anni si verifica una eclissi totale e mancano poche ore all'evento.

CURIOSITA':

# Le scene nel deserto sono state filmate nella stessa location del film Interceptor.
# Il finale originale prevedeva la morte di Riddick al posto di Carolyn Fry.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeVen 19 Mar 2010 - 22:08

Visto ieri sera per la prima volta.

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Locandina

Quelle due
Titolo originale: The Children's Hour
Paese: USA
Anno: 1961
Genere: drammatico
Regia: William Wyler

Interpreti e personaggi
* Audrey Hepburn: Karen Wright
* Shirley MacLaine: Martha Dobie
* James Garner: Dottor Joe Cardin
* Miriam Hopkins: Lily Mortar
* Fay Bainter: Amelia Tilford
* Karen Balkin: Mary Tilford
* Veronica Cartwright: Rosalie Wells
* Mimi Gibson: Evelyn

Il film è basato sull'omonima pièce teatrale di Lillian Hellman. Esiste una prima trasposizione cinematografica dell'opera, diretta sempre da Wyler, nel film "La calunnia" del 1936, che, a causa delle restrizioni del Production Code, aveva trasformato la storia in un convenzionale triangolo eterossessule. Nel 1961 il Production Code permise l'accenno a una presunta omosessualità, ma anche in questa versione, la possibilità viene trasmessa solo con allusioni e mai in maniera troppo esplicita.
Il film ricevette cinque nomination agli Oscar del 1962 e una nomination al Golden Globe dello stesso anno.

Karen e Martha sono due insegnanti che dirigono una scuola privata femminile. La vita scorre tranquilla per le due amiche. La scuola va molto bene e Karen prepara le nozze con il suo promesso sposo Joe, il dottore locale.
La loro vita viene, però, distrutta quando una loro studentessa, dopo essere stata punita, mette in giro la voce che il rapporto delle due amiche sia più profondo di quel che possa sembrare. Immediatamente il paese si rivolta contro le due insegnanti, accusate di omosessualità. I genitori ritirano le loro figlie dalla scuola e Joe viene licenziato dall'ospedale per aver preso le difese delle due donne.
Quando la giovane studentessa che le aveva accusate confessa di essersi inventata tutto, la città cerca di riparare al torto, ma è troppo tardi. Scossa e stravolta dalle vicende, Martha, dopo aver confessato a Karen di essere stata da sempre effettivamente innamorata di lei, si toglie la vita.

Dopo "Vacanze romane", Audrey Hepburn torna a lavorare per William Wyler, un anno dopo che il regista aveva girato il kolossal "Ben Hur". La Hepburn girerà un altro film con Wyler, "Come rubare un milione di dollari e vivere felici".
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeDom 21 Mar 2010 - 12:45

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Predatoraj

Titolo originale: Predator
Paese: USA
Anno: 1987
Durata: 107 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 1.85:1
Genere: fanta-horror, thriller
Regia: John McTiernan
Soggetto: Jim Thomas, John Thomas
Sceneggiatura: Jim Thomas, John Thomas

CAST:

* Arnold Schwarzenegger: Magg. Dutch Schaefer
* Carl Weathers: Dillon
* Elpidia Carrillo: Anna
* Bill Duke: Sgt. Mac Eliot
* Jesse Ventura: Blain
* Sonny Landham: Billy
* Richard Chaves: Poncho Ramirez
* Shane Black: Hawkins
* R.G. Armstrong: Generale Phillips
* Kevin Peter Hall: Predator

TRAMA:

Un commando di recupero delle Forze Speciali statunitensi addestrati dalla CIA viene inviato nello sperduto paese di Val Verde, in America Centrale, per soccorrere l'equipaggio di un elicottero connazionale, che dopo essere stato abbattuto è presumibilmente imprigionato dai guerriglieri antigovernativi della zona.
Una missione di routine, «da fare in un giorno», per usare le stesse parole di uno dei soldati (Dillon, interpretato da Carl Weathers, già "Apollo Creed" in Rocky), che all'inizio della storia incontra ancora per l'occasione, il suo vecchio collega Dutch (Arnold Schwarzenegger). Assieme a loro vi è una squadra di supercommando, come l'esploratore pellerossa Billy e il massiccio cowboy Blain (Jesse Ventura), che si definisce "un tirannosauro superdotato" ed ha come arma d'ordinanza una mitragliatrice Minigun a canne rotanti.
Sbarcati da un elicottero Huey nella fitta giungla, ritrovano presto l'elicottero distrutto e scoprono che è stato abbattuto da un missile portatile. Questo già mette Dutch nel dubbio che la cosa sia più grave di quello che gli hanno raccontato, e la questione diventa addirittura drammatica quando scoprono che alcuni della squadra non solo sono stati uccisi, ma addirittura scorticati e appesi vicino al luogo dell'abbattimento.
La questione diventa davvero difficile: un elicottero americano è stato abbattuto in una zona in cui non doveva nemmeno operare, l'equipaggio è stato in parte massacrato e in giro vi sono anche i guerriglieri che (presumibilmente) lo hanno abbattuto.
Dal momento che qualcuno dell'equipaggio manca all'appello, vanno a cercarlo all'accampamento vicino. Lì trovano decine di guerriglieri, e vedono uno degli ostaggi mentre viene giustiziato con un colpo alla testa. Decidono allora di attaccare: sono in numero nettamente inferiore ma hanno dalla loro il fattore sorpresa. Organizzano un attacco in cui i muscoli di Dutch tornano utili, perché scavalletta un autocarro che serve come generatore, e su cui ha posto dell'esplosivo. Quando il veicolo irrompe nell'accampamento un guerrigliero cerca di fermarlo ma esplode assieme al veicolo.
A quel punto i commando attaccano con violenza e massacrano almeno una cinquantina di guerriglieri, mettendo in fuga i rimanenti. Tra le vittime vi sono anche due consiglieri sovietici il cui elicottero è distrutto dal fuoco degli americani mentre tenta di decollare. Nella colluttazione Dutch stordisce un nemico con il calcio del fucile, ma quando vede che è una ragazza, si ferma prima di darle il colpo di grazia. La guerrigliera viene catturata, ma Dutch scopre Dillon che rovista gli scaffali alla ricerca di documenti segreti e lo colpisce con violenza. Il chiarimento arriva: la missione di "soccorso" non era tale: tutto era stato studiato nell'ambito degli interventi "in area", e anche l'elicottero non era certo stato abbattuto dopo uno sconfinamento involontario.
«Noi non siamo pedine sacrificabili. Ma che t'è successo?» Dice Dutch
«Io mi sono svegliato. Svegliati anche tu.» risponde Dillon
Dopo avere massacrato i guerriglieri, i commando ripartono e si portano dietro, su insistenza di Dillon, la bella guerrigliera (Anna, interpretata da Elpidia Carrillo). Ben presto questa tenta di scappare, ma viene inseguita e ripresa da uno dei commando statunitensi; tuttavia, quest'ultimo viene improvvisamente attaccato di sorpresa - apparentemente dalla giungla - e sparisce. La ragazza viene ritrovata sul luogo terrorizzata: pur avendone la possibilità, aveva addirittura rinunciato a scappare da sola. Interrogata sull'accaduto, afferma di essere innocente ed anzi dice, tra l'incredulità generale, che è stata «la selva che si è animata e lo ha rapito». Lentamente il film si trasforma: da routinario film di guerra con nemici umani si vira verso la fantascienza, il combattimento contro un nemico ignoto.
Quello che succede in seguito è infatti senza dubbio più impressionante: Blain viene ucciso da un colpo di una misteriosa arma, che gli ha aperto un'enorme squarcio nel petto. Accorso sul luogo, il suo amico Mac prende la minigun di Blain e spiana la foresta: ha visto qualcosa muoversi davanti a lui, e spara all'impazzata. Tutti i commando lo raggiungono e sparano nella stessa direzione. Ma al termine non trovano nulla.
La sensazione di essere sotto attacco da parte di un nemico sconosciuto diventa sempre maggiore. «C'è qualcosa là fuori, e non è un uomo» dice Billy, fissando la foresta. Ad un certo punto i commando si accampano riempiendo di trappole la zona dove si sono sistemati nella notte. Scattano le trappole, ma hanno ucciso solo un cinghiale.
La ragazza (che solo ora rivela di sapere parlare bene la lingua inglese) racconta di quello che da anni succede nel suo villaggio e attorno ad esso: persone sparite, spellate, a volte ridotte «molto peggio». Pare che esista davvero una creatura spaventosa in quella foresta, che caccia esseri umani per puro piacere di uccidere crudelmente, e preleva trofei dai loro corpi. Dice inoltre che la sparatoria precedente potrebbe avere ferito quella creatura, perché lei ha visto un liquido strano luminescente su una pianta. «Se può essere ferito, può essere ucciso», dice Dutch.
Il commando cerca di difendersi, tendendo trappole fatte con liane e materiali naturali (che pare non possano essere visti dalla creatura). Una di queste riesce a catturare la "cosa", ma questa immediatamente si libera a colpi di arma laser; nello scontro un tronco tranciato di netto precipita e ferisce gravemente un commando.
Alla fine, mentre cercano di ripiegare verso il luogo di raccolta, in un altro combattimento, anche quasi tutti i restanti comando vengono uccisi. Mac e Dillon (che nel frattempo ha ritrovato lo spirito guerriero dei vecchi tempi, perso con l'amministrazione politica delle forze speciali, tanto che combatte anche dopo avere perso un braccio) e infine Billy (che avendo capito di essere una preda decide di affrontare da "guerriero" la creatura e la affronta usando un machete) vengono uccisi uno dietro l'altro, mentre anche Dutch viene ferito ad un braccio. Nel frattempo Anna è scappata: la creatura sembrerebbe non avere interesse nell'uccidere persone disarmate.
La creatura a questo punto dà la caccia a Dutch per finirlo, ma lui scivola fortunosamente giù da una rupe, cadendo in un fiume. La creatura però presto lo segue, lanciandosi anch'essa nel fiume. Ritiratosi sulla riva ed avvolto dal fango, Dutch si prepara al peggio, ma incredibilmente non viene visto: apparentemente, la creatura non è riuscita a "vedere" oltre la copertura di fango, questo fatto (insieme ai precedenti) porta Dutch a capire che la creature possiede una vista termica, ovvero sensibile al calore, e non alla luce come gli esseri umani. In compenso, la mimetizzazione dell'essere pare essere stata disabilitata temporaneamente dall'acqua: Dutch lo vede per la prima volta fisicamente: è una creatura umanoide, dalla stazza imponente, con un casco complesso sulla testa e un cannone laser su una spalla abbinato ai movimenti della testa (come per gli elicotteri del tipo AH-64 Apache).
Dutch decide di contrattaccare. Dopo che entrambi i contendenti si sono curati le ferite (e che il Predator ha disossato i crani degli ultimi soldati uccisi, aggiungendoli alla sua collezione), l'ultimo commando prepara letteralmente la foresta attorno, trasformandola in una gigantesca trappola. Alla fine, accesi i fuochi tutt'attorno, impastato nel fango, urla con forza verso la giungla, attirando l'attenzione del Predator. La creatura arriva, ma stavolta ha difficoltà a scovare Dutch, perché lui è avvolto da fango fresco, e vi sono fuochi accesi. La vista termica del mostro non riesce a localizzare l'umano per lungo tempo, mentre lui lo bersaglia con frecce esplosive ricavate dai pochi materiali che ha potuto recuperare, come le granate da 40 mm dei lanciagranate M203 e un coltello da guerra.
La battaglia ad un certo punto vede quindi il Predator a parti invertite rispetto a Dutch, che lo colpisce di nascosto e si muove con accortezza, mentre l'alieno risponde sparando a caso. L'alieno riesce tuttavia ad andare vicino al bersaglio, facendo cadere Dutch nell'acqua stagnante sotto l'albero sul quale s'era appostato. In acqua Dutch perde il suo 'scudo' di fango e viene immediatamente localizzato dal Predator, che decide a questo punto di abbandonare i propri vantaggi 'tecnologici' e di affrontare Dutch alla pari. L'alieno si toglie il casco e si mostra: ha un volto mostruoso con mascelle multiple. Dutch prova lo scontro fisico, ma il Predator ha una forza sovrumana e risulta impossibile da battere.
Ormai massacrato di botte, Dutch cerca di attirare il mostro in una trincea dove ha preparato un ramo pieno di legni aguzzi da far scattare al suo passaggio per ucciderlo, ma l'alieno scopre subito la trappola e la evita. Dutch con grande prontezza nota che aggirando la trappola il predator gli si pone sotto un grosso tronco, che della trappola stessa era il contrappeso, e con un calcio al bastone opportunamente incastrato fa comunque scattare il dispositivo facendo così cadere il tronco direttamente sulla testa del mostro.
Dutch ha vinto, si avvicina con una pietra per dare il colpo di grazia al nemico, ma non ha la cattiveria per farlo, e gli chiede: «ma cosa diavolo sei?» Il mostro non risponde, ma aziona un display sul suo polso. Dutch non capisce, ma via via che le lucine si spengono nello schermo e che aumenta un suono fastidioso realizza: è una trappola: Dutch scappa mentre il mostro se la ride pesantemente: l'uomo riesce a fuggire abbastanza in fretta da evitare di essere ucciso dalla tremenda esplosione che ne segue.
L'esplosione sale in cielo come un fungo atomico e coinvolge l'elicottero di soccorso, che ha a bordo alcune avarie. Atterra in mezzo alla desolazione dello scoppio, e recupera Dutch, che compare tra il fumo con aria fiera e stanca. Sull'elicottero c'è già Anna. Il film si conclude con un primo piano del viso di Dutch, che appare fisicamente ed emotivamente sfinito dopo gli ultimi giorni, durante i quali ha dovuto affrontare la morte in molteplici modi ed ha visto morire tutti i suoi compagni.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeDom 21 Mar 2010 - 13:21

Film visto più volte, sempre piacevole perché non ti lascia riprendere fiato e anzi gli eventi incalzano di continuo.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeDom 21 Mar 2010 - 15:48

Un must.

Senza troppi slow motion, mosse acrobatiche e che altro, regala una piacevole visione agli amanti dell' action-fantascienza :)
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 22 Mar 2010 - 11:39

Oggi propongo un capolavoro! Almeno per me... Se non è già stato proposto...

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Ilgrandedittatore

Titolo originale: The Great Dictator
Paese: USA
Anno: 1940
Genere: commedia
Regia: Charlie Chaplin

Interpreti e personaggi
* Charlie Chaplin: Barbiere Ebreo/Adenoid Hynkel
* Paulette Goddard: Hannah
* Jack Oakie: Napoloni (Napaloni nell'edizione originale)
* Reginald Gardiner: Schultz
* Henry Daniell: Garbitsch

Trama.
Sul finire della prima guerra mondiale un barbiere ebreo che combatte nell'esercito della Tomania si rende protagonista di un'azione eroica a bordo di un aereo e salva la vita dell'ufficiale Schultz. L''aereo precipita, il barbiere si salva ma perde la memoria.
Trascorre venti anni trascorsi nell’ospedale militare, ignaro di sé e degli avvenimenti tragici che intanto hanno sconvolto il mondo e la sua Tomania, dove è salito al potere il perverso dittatore Adenoyd Hynkel che perseguita gli Ebrei, coadiuvato dalla sua polizia, le Camicie Grigie, da Garbitsch, ministro dell'Interno e della Propaganda e da Herring, ridicolo ministro della Guerra.
Allontanatosi dall’ospedale, il barbiere fa ritorno alla sua bottega nel ghetto ebreo e si sorprende dell’atteggiamento dei militari che imbrattano i vetri del suo negozio con la scritta dispregiativa "jew". Reagisce al sopruso, in contrasto con la remissione degli altri abitanti del quartiere, suscitando le simpatie di Hanna, giovane e bella figlia del ghetto, anch'ella insofferente alle angherie e alle miserabili condizioni di vita alle quali Hynkel e i suoi scagnozzi la costringono da tempo. La rappresaglia dei militari agli sberleffi del barbiere e di Hanna prevederebbe l’impiccagione dell'omino ad un lampione, se non intervenisse a scongiurarla il comandante Schultz, che riconosce nel barbiere il soldato che tanti anni prima gli aveva salvato la vita.
La protezione di Schultz e la richiesta inoltrata da Hynkel a un banchiere ebreo per finanziare la sua campagna di aggressione al mondo, e in particolare la conquista di un paese vicino, l'Ostria, sono causa della temporanea pace nel ghetto e favoriscono lo svilupparsi della simpatia tra il barbiere e Hanna in un sentimento più profondo. Ma la gioia della serenità riconquistata ha vita breve, la negazione del finanziamento farà riprendere le persecuzioni più violentemente che prima.
Il rifiuto di Schultz alla realizzazione dell'invasione dell'Ostria gli costa la prigionia nel campo di concentramento, dal quale riesce però a sfuggire per rifugiarsi nel ghetto. Qui cospira con gli abitanti per eliminare il malvagio dittatore. Anche il barbiere partecipa all'intrigo, per quanto sia un po' riluttante di fronte all'eroismo invocato da Schultz. Ma la cospirazione fallisce e Schultz e il barbiere sono catturati e confinati in un campo di concentramento.
Il progetto di invasione di Hynkel necessita della collaborazione dell'alleato dittatore di Batalia, Bonito Napoloni, marcata caricatura di Benito Mussolini, che ha schierato il suo esercito ai confini dell'Ostria. Hynkel lo invita nella sua residenza dove si assisterà ad un duello tra i due nel tentativo di entrambi di soggiogare psicologicamente l'altro. L'epilogo della visita di stato sarà l'accordo sull’Ostria.
Il piano di Garbitsch per la conquista prevede che Hynkel si travesta da cacciatore di anatre e spari da una barca su un lago un colpo di fucile quale segnale. Il colpo parte, l'invasione dell'Ostria è compiuta e Hanna e quanti con lei vi avevano trovato riparo si ritrovano nuovamente oppressi dagli stessi aguzzini che avevano lasciato in Tomania. Il dittatore però è caduto in acqua e, risalito a riva, senza l’uniforme militare e per la straordinaria somiglianza, viene scambiato dai suoi militari per il barbiere ebreo ed arrestato. Questi infatti era evaso dal campo di concentramento con Schultz poco tempo prima ed era pertanto ricercato.
Schultz si prodiga perché il barbiere venga ritenuto essere Hynkel affinché entrambi possano avere salva la vita ma quando, in perfetta uniforme da condottiero, dovrà tenere il suo primo discorso davanti al popolo dell'Ostria, il barbiere ebreo lancerà al mondo e alla sua Hanna, che ne riconosce la voce, un proclama di amore, libertà, uguaglianza e solidarietà tra gli uomini che le riaccenderanno la speranza in tempi migliori.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 22 Mar 2010 - 12:08

Non l'ho mai visto,ma mi sono ripromesso di vederlo... prima o poi lo farò! ! !

oggi posto....

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Laragazzadellaportaacca

Titolo originale: The Girl Next Door
Lingua originale: Inglese
Paese: USA
Anno: 2004
Durata: 109 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: commedia romantica
Regia: Luke Greenfield
Sceneggiatura: Stephen Lineweaver
Produttore: Harry Gittes

CAST:

* Emile Hirsch: Matthew Kidman
* Elisha Cuthbert: Danielle
* Timothy Olyphant: Kelly
* James Remar: Hugo Posh
* Chris Marquette: Eli
* Paul Dano: Klitz
* Olivia Wilde: Kellie

TRAMA:

Matthew (Emile Hirsch) è al suo ultimo anno alle superiori e a breve dovrà esporre un discorso per ricevere una borsa di studio, per riuscire a studiare all'università di Georgetown. Ha due amici (Eli e Klitz), alquanto "sfigati" ma che sono molto affiatati. Un giorno nella casa accanto alla sua arriva Danielle (Elisha Cuthbert), che incarna perfettamente lo stereotipo della tipica ragazza della porta accanto. Si innamora subito di lei, ma ecco che i suoi amici scoprono che in realtà Danielle è una pornostar. Inizia cosi a cercare di far abbandonare il mondo del porno a Danielle, riuscendoci. Il produttore della ragazza, Kelly, vuole però rifarsi della perdita, e riesce a mettere le mani sui soldi che Matthew aveva raccolto per la borsa di studio di un ragazzo cambogiano. Matthew deve allora trovare i soldi necessari per coprire l'ammanco e, prendendo spunto ricordandosi che i film sull'educazione sessuale a scuola sono "antiquati", decide di girarne uno dentro la scuola con due amiche di Danielle, April e Ferrari che sono anche loro pornostar, come protagoniste, e degli altri studenti come co-protagonisti. L'idea è un successo, e il film piace così tanto che viene adottato da tutte le scuole del paese.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 29 Mar 2010 - 18:58

Oggi posterei.... un film d'azione!

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Shakespeare6204

Titolo originale: Romeo Must Die
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 2000
Durata: 115 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: azione
Regia: Andrzej Bartkowiak
Soggetto: Mitchell Kapner
Sceneggiatura: Eric Bernt, John Jarrell
Produttore: Dan Cracchiolo

CAST:

* Jet Li : Han Sing
* Aaliyah : Trish O'Day
* Isaiah Washington : Mac
* Russell Wong : Kai
* DMX : Silk
* Delroy Lindo : Isaak O'Day
* D.B. Woodside : Colin O'Day
* Henry O : Ch'u Sing
* Jon Kit Lee : Po Sing
* Edoardo Ballerini : Vincent Roth
* Anthony Anderson : Maurice

TRAMA:

Due potenti clan malavitosi sono impegnati in una sanguinosa ed interminabile guerra, per il controllo sugli smerci al porto di Oakland. Le due fazioni contrapposte sono gli afroamericani O'Day e gli asiatici Sing. Quando però uno dei membri della famiglia Sing viene ucciso, il fratello minore, Han (Jet Li), fugge dal carcere di Hong Kong in cui si trova, per cercare vendetta. Una volta giunto in America, Han, esperto di arti marziali, diventa bersaglio non soltanto dei sicari della famiglia rivale, ma anche di misteriosi assassini sconosciuti.
Trish (Aaliyah), giovane membro degli O'Day, invece è alla disperata ricerca di un accordo che ponga fine alla sanguinosa faida. Pur conoscendo le origini della giovane, Han si innamora di Trish e finisce per appoggiare gli ideali della ragazza. Quando i due si renderanno conto che nell'intera vicenda è coinvolto qualcosa di più grosso e di più pericoloso, i due uniranno le forze per cercare di venirne a capo, e tentare di mettere fine alla lotta fra le due famiglie.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMar 30 Mar 2010 - 12:04

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Locandina

I SOLDI DEGLI ALTRI

Titolo originale: Other People's Money
Paese: Stati Uniti
Anno: 1991
Durata: 103 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: commedia / drammatico / sentimentale
Regia: Norman Jewison
Soggetto: Jerry Sterner
Sceneggiatura: Alvin Sargent

CAST:

* Danny DeVito
* Penelope Ann Miller
* Gregory Peck

TRAMA:

Lawrence Garfield, uno spietato affarista di Wall Street, contornato da ben diciassette avvocati e da numerosi collaboratori, installato con i suoi uffici in cima ad un grattacielo segue il mercato e il mondo della produzione. Avido, punta sulle aziende dissestate o decotte, inoltrando alla apposita Commissione una istanza per il rastrellamento delle azioni. Poi compra e rivende lucrando abbondantemente. Ora è fermamente intenzionato ad entrare in possesso della New England Wire & Cable Company, una fabbrica che, attualmente in difficoltà economiche, consente da ottantuno anni a molti abitanti di Seymour, nel Rhode Island, di avere un lavoro garantito alle dipendenze dell'onesto ed integerrimo presidente Andrew Jorgenson. Questi affida la questione legale alla sua figliastra Kate Sullivan: Garfield, comprendendo che la bella avvocatessa newyorkese è in grado di fronteggiarlo con molta capacità e perizia, tenta di sedurla profferendole un grande amore e, ormai affascinato, proponendole, invano, anche il matrimonio. Deluso, trova un inatteso alleato in William Coles, direttore generale della fabbrica, che gli offre per la prossima assemblea degli azionisti l'appoggio della quota azionaria di sua proprietà. All'assemblea ci sono due tesi: quella di Jorgenson, uomo all'antica e da sempre vicino ai suoi operai, che egli non vuol mettere sul lastrico, malgrado i magri affari ed una impresa invecchiata e fatiscente e quella di Garfield che richiama gli azionisti alla realtà affermando che fili e cavi - con le fibre ottiche e l'avanzata della tecnologia - sono finiti, per cui a tutti conviene vendere. E la gente, convinta, vota per lui, professatosi incessante amico degli azionisti e del loro interessi. Sconfitto dunque Jorgenson e sconfitta pure l'avvocatessa, la quale però, per adeguarsi, telefona a Garfield, tornato a casa vittorioso, ma amareggiato perchè ha perduto la donna, e gli propone un affare: firmare un accordo con una Società di Tokio, che ha studiato cuscini d'aria per automobili e rivendere ai giapponesi la "Fili e cavi Company", purchè sia possibile la riassunzione degli operai, destinati a fabbricare le parti metalliche del nuovo prodotto. Garfield accetta, già eccitato all'idea del lucroso affare.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeGio 1 Apr 2010 - 16:26

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 8016024035999

Paese: Italia
Anno: 1981
Durata: 2h e 11 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: commedia
Regia: Pasquale Festa Campanile
Soggetto: Ottavio Jemma, Francesco Venturoli, Stefano Ubezio
Sceneggiatura: Ottavio Jemma, Stefano Ubezio, Renato Pozzetto
Produttore: Luigi e Aurelio De Laurentiis
Casa di produzione: Filmauro

CAST:

* Enrico Montesano: Rick Antuono
* Leopoldo Mastelloni: Alberto Maria
* Renato Pozzetto: Renato
* Maria Rosaria Omaggio: Ella
* Daniela Poggi: Ornella
* Gianni Agus: Il direttore
* Gino Pernice

TRAMA:

Il film è suddiviso in 2 episodi:

Il televeggente:

Nella tv privata dove lavora come assistente montatore, Rick Antuono (Enrico Montesano) ha altre ambizioni: sogna di diventare cronista sportivo e di ottenere l'attenzione di Ornella (Daniela Poggi), una collega di cui è segretamente innamorato. Purtroppo è balbuziente e i suoi sogni sembrano destinati a rimanere tali fino a quando Rick ottiene il posto ed una parlata fluida grazie a... un paio di scarpe!

Un uomo, un uomo e... Evviva una donna! :

Renato (Renato Pozzetto) ed Alberto Maria (Leopoldo Mastelloni) formano da dieci anni una coppia perfetta: il primo fa la "casalinga", il secondo è negoziante di articoli di lusso. Un giorno però Renato, dopo un incidente d'auto, conosce Ella, una giovane fotografa, e se ne innamora. Per lui l'incontro è come un fulmine a ciel sereno che lo costringe a cambiare la sua vita.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeVen 2 Apr 2010 - 11:12

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Donniebrascofront


Titolo originale: Donnie Brasco
Paese: Stati Uniti
Anno: 1997
Durata: 122 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: drammatico
Regia: Mike Newell
Soggetto: Joseph D. Pistone, Richard Woodley
Sceneggiatura: Paul Attanasio

Interpreti e personaggi
Al Pacino: Benjamin "Lefty" Ruggiero
Johnny Depp: Donnie Brasco / Joseph Pistone
Michael Madsen: Sonny Black
Bruno Kirby: Nicky
James Russo: Paulie
Anne Heche: Maggie Pistone


Trama
La pellicola narra la storia vera dell'agente dell'FBI Joe Pistone, che si infiltra negli ambienti della mafia newyorkese sotto la falsa identità di Donnie Brasco.

Donnie riesce a conquistare la fiducia e l'amicizia di Lefty Ruggiero, un gangster di mezza tacca mai riuscito ad arrivare ai vertici del comando della Famiglia. Donnie segue fedelmente i consigli di Lefty, che a sua volta s'affeziona al giovane come a un figlio, e vede in lui la possibilità di riacquistare prestigio nella scalata alla gerarchia mafiosa.

Mettendo a rischio la propria reputazione, Lefty garantisce per Donnie e lo fa affiliare alla mafia. Nel momento in cui Donnie si avvicina ai vertici del comando di Cosa nostra capisce, non solo di attraversare la linea di demarcazione tra legalità e crimine, ma soprattutto, di firmare la condanna a morte per Lefty.

Curiosità
La frase "Che te lo dico a fare?", usata dai protagonisti, è una libera traduzione dall'originale inglese Forget about it!, che prende origine dalla lingua siciliana "Chi tû dicu a fari?".
Il film ha ricevuto anche una Nomination per il premio Oscar alla migliore sceneggiatura non originale
Il film è nominato da Roberto Saviano nel suo libro "La bellezza e l'inferno"


Ultima modifica di sbea il Gio 27 Gen 2011 - 15:43 - modificato 1 volta.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeLun 5 Apr 2010 - 16:36

oggi posterei.... una commediola leggera leggera....

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Img_194514_lrg

Titolo originale: Greedy
Lingua originale: Inglese
Paese: USA
Anno: 1994
Durata: 113 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 1,85 : 1
Genere: commedia
Regia: Jonathan Lynn
Sceneggiatura: Lowell Ganz, Babaloo Mandel
Produttore: Brian Grazer

CAST:

* Michael J. Fox: Daniel McTeague
* Kirk Douglas: Zio Joe McTeague
* Nancy Travis: Robin Hunter
* Olivia d'Abo: Molly Richardson
* Phil Hartman: Frank
* Ed Begley Jr.: Carl McTeague
* Jere Burns: Glen
* Colleen Camp: Patti
* Bob Balaban: Ed

TRAMA:

La trama si svolge attorno ai parenti di un ricco magnate del riciclaggio di metalli, lo zio Joe McTeague (Kirk Douglas), che gli ronzano attorno per ereditare i suoi milioni di dollari. I parenti decidono di includere anche il loro piccolo nipote Daniel (Michael J. Fox) per aiutarli. Anche Danny va nella casa dello zio Joe per ottenere un prestito da investire.

All'inizio, Daniel non vuole i soldi, ma presto si sente di dover provare ad averli ed ereditarli prima che finiscano nelle mani dei suoi avidi parenti o della bellissima infermiera dello zio Joe, Molly Richardson (Olivia d'Abo).
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMar 6 Apr 2010 - 10:39

Oggi posterei n filmetto d'azione... ! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Locandina

Titolo originale: The Jackal
Paese: Stati Uniti
Anno: 1997
Durata: 124 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: azione, poliziesco, thriller
Regia: Michael Caton-Jones
Sceneggiatura: Kenneth Ross, Chuck Pfarrer

CAST:

* Bruce Willis: The Jackal
* Richard Gere: Declan Joseph Mulqueen
* Sidney Poitier: Carter Preston, FBI
* Diane Venora: Valentina Koslova
* Mathilda May: Isabella Zanconia
* J.K. Simmons: Whitnerspoon
* John Cannigham: Brown
* Jack Black: Lamont

TRAMA:

Lo sciacallo (Bruce Willis) è un misterioso ed infallibile killer professionista, abilissimo nel non lasciare tracce dietro di sè, che è stato ingaggiato dalla mafia russa per uccidere il direttore dell'FBI, o almeno così credono gli agenti Carter Preston, dell'FBI, e Valentina Koslova, del KGB.
Per fermare il killer prima che compia la sua missione, i due agenti si ritrovano costretti a chiedere aiuto ad un ex-terrorista dell'IRA ora rinchiuso in carcere, Declan Joseph Mulqueen (Richard Gere), una delle poche persone ad aver conosciuto lo sciacallo, e quindi capace di riconoscerlo.
Tra un inseguimento e l'altro attraverso il nordamerica, presto i tre scopriranno che rintracciare lo sciacallo è un'impresa quasi impossibile...
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitimeMar 6 Apr 2010 - 19:58

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 159101

Titolo originale: The Acid House
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1998
Durata: 112 min
Colore: Colore
Audio: sonoro
Genere: Drammatico
Regia: Paul McGuigan
Soggetto: Irvine Welsh

Interpreti e personaggi
Stephen McCole...Boab
Maurice Roëves...God
Garry Sweeney...Kev
Jenny McCrindle...Evelyn
Simon Weir...Tambo
Iain Andrew...Grant
Irvine Welsh...Parkie




The Acid House è un film di Paul McGuigan del 1998, tratto dal romanzo omonimo The Acid House, seconda opera dello scrittore Irvine Welsh pubblicata nel 1994, un anno dopo la pubblicazione di Trainspotting.

Trama
Il film tratta tre diverse storie. Nella prima, il protagonista è un ragazzo che, nel giro di poco tempo, deve affrontare eventi avversi: viene cacciato dalla squadra di calcio, mandato via di casa dai genitori, lasciato dalla fidanzata e licenziato. In seguito a queste disavventure si ubriaca in un bar, dove incontra Dio, nelle vesti di uomo barbuto accanito bevitore, che lo rimprovera di tutti i suoi sbagli e lo trasforma in una mosca. Con queste sembianze, il ragazzo si vendica: avvelena con le sue zampette il cibo di tutti quelli che l'hanno trattato male uccidendoli, per poi venire ucciso a sua volta dalla madre con un giornale.

La seconda storia vede come protagonista il marito di una prostituta che in pochi giorni si vede sconvolgere la propria vita dal vicino di casa e dalla moglie; alla fine però quest'ultima verrà perdonata e il protagonista la riprenderà con sé.

La terza storia ha come protagonista un ragazzo che, dopo aver preso dell'LSD ed essere colpito da un fulmine, subisce uno scambio di personalità con un neonato appartenente ad una famiglia borghese; la storia termina con i protagonisti che riprendono le proprie personalità.


Ultima modifica di sbea il Gio 27 Gen 2011 - 15:46 - modificato 1 volta.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato





La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 12 Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema
Torna in alto 
Pagina 12 di 16Vai alla pagina : Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14, 15, 16  Successivo
 Argomenti simili
-
» >> AL CINEMA >> ROMANZO DI UNA STRAGE (2012) DVDrip

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Brendon Forum :: Old London :: Cavalcando Falstaff: area off-topic-
Vai verso: