Brendon Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Comunità del fantasy dedicata all'eroe creato da Claudio Chiaverotti. - Materiale riprodotto dal sito di Sergio Bonelli Editore resta proprietà della casa editrice. - Qui spam = ban!
 
IndiceGalleriaCercaRegistratiAccedi
Siti e forum amici
Siti amici del Brendon Forum
Ultimi commenti
» Qualcuno volò sulla punta del pennello...
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeSab 20 Mar 2021 - 11:28 Da Gas75

» Che canzone state ascoltando? 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeSab 13 Mar 2021 - 14:58 Da <alessandro>

» #57 Gli sterminatori - ottobre 2007
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 15 Feb 2021 - 21:59 Da Gas75

» [libro] Sandokan - Le Tigri di Mompracem, di Emilio Salgari
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 25 Gen 2021 - 23:10 Da Gas75

» #91 L'equazione di Kellerman - giugno 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 2 Ago 2020 - 18:43 Da <alessandro>

» Zagor
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeMer 8 Lug 2020 - 13:45 Da <alessandro>

» #90 L'ultimo degli eroi - aprile 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 6 Lug 2020 - 14:13 Da <alessandro>

» [libro] Quando scende il buio e altri racconti (di G. Pero)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeSab 4 Lug 2020 - 18:46 Da Gas75

» Disney fantasy
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeVen 26 Giu 2020 - 13:41 Da <alessandro>

» Dylan Dog
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 14 Giu 2020 - 16:37 Da Gas75

» #79 La sposa in nero - giugno 2011
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeVen 12 Giu 2020 - 15:54 Da <alessandro>

» Curiosità e notizie dal web 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeMer 3 Giu 2020 - 13:12 Da Gas75

» S#13 La mappa delle stelle (team-up con Morgan Lost) - luglio 2016
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeVen 10 Apr 2020 - 16:24 Da Gas75

» Superman/Batman
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeMar 31 Mar 2020 - 17:01 Da <alessandro>

» [film] Riddick (di David Twohy)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 23:31 Da <alessandro>

» Grafica del Forum
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 18:05 Da <alessandro>

» Archivio immagini di Brendon realizzate per le fiere del fumetto
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeGio 9 Mag 2019 - 14:12 Da Gas75

» Messaggi privati di spam
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeGio 2 Mag 2019 - 10:25 Da Gas75

» Dampyr
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 28 Ott 2018 - 15:28 Da Gas75

» E' morto Sergio Bonelli
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeGio 25 Ott 2018 - 16:23 Da BeatOFPleasure2

Migliori postatori
Gas75 (12380)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
<alessandro> (6490)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
ghera (3669)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
giotaglia_80 (3150)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
fiamme d'inferno (1467)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
Pincopallino (372)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
Basko (182)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
BeatOFPleasure2 (143)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
rolling (34)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 
ginkgobiloba (26)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I_vote_rcap 

 

 La bacheca di Syrus: per parlare di cinema

Andare in basso 
3 partecipanti
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 5 ... 7, 8, 9 ... 12 ... 16  Successivo
AutoreMessaggio
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 14 Feb 2010 - 12:55

Propongo un film che ritengo abbia meritato ampiamente i due Oscar vinti (fotografia e montaggio), dove credo che anche la regia abbia svolto un ruolo strepitoso! E un cast così non lo si vedeva dai tempi di "Dune"!

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 6276_big

JFK - Un caso ancora aperto
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1991
Genere: storico, drammatico
Regia: Oliver Stone

Interpreti e personaggi
Kevin Costner: Jim Garrison
Tommy Lee Jones: Clay Shaw/Clay Bertrand
Kevin Bacon: Willie O'Keefe
Laurie Metcalf: Susie Cox
Gary Oldman: Lee Harvey Oswald
Michael Rooker: Bill Broussard
Jay O. Sanders: Lou Ivon
Sissy Spacek: Liz Garrison
Jack Lemmon: Jack Martin
Joe Pesci: David Ferrie
Donald Sutherland: "X"
Sally Kirkland: Rose Cheramie
Edward Asner: Guy Bannister
Brian Doyle-Murray: Jack Ruby
Walter Matthau: Senatore Long
John Candy: Dean Andrews
Jim Garrison: Earl Warren
Vincent D'Onofrio: Bill Newman
Frank Whaley: sosia di Oswald
Tomas Milian: un cubano

Trama.
Secondo una indagine alla fine degli anni '80, il 73% degli americani erano convinti che all'origine dell'assassinio di John Fitzgerald Kennedy, sparato il 22 novembre 1963 nella Dealy Plaza di Dallas (Texas), c'era un complotto e che la conclusione cui nel 1964 arrivò la Commissione Warren (Lee Harvey Oswald esecutore unico) è insostenibile. È la tesi che sostiene Stone, basandosi sul libro "Il complotto che uccise Kennedy", arrivando a implicare le responsabilità, almeno indirette, del governo e della CIA. Kennedy fu eliminato perché voleva sganciare gli Stati Uniti dalla guerra del Vietnam con gravi danni alle industrie nazionali che dall'economia di guerra traevano immensi benefici. Non è semplicemente un film a tesi con toni giornalistici e oratori, è anche una crociata, nella speranza di far riaprire il caso Kennedy. "Si può sparare a un film. Ma se è potente come JFK, non si può ucciderlo!" (Richard Corliss, critico del Time).
8 nomination ai premi Oscar e 2 statuette: fotografia e montaggio.
Torna in alto Andare in basso
Pincopallino

Pincopallino



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 14 Feb 2010 - 13:30

JFK è un capolavoro! Strepitoso l'avvocato Garrison durante il processo! Ne avessimo in Italia di avvocati così!
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 14 Feb 2010 - 16:06

Non l'ho ancora visto, ma ogni volta mi ripropongo di rivederlo e ogni volta visto la lunghezza del film non lo vedo... :)
Però penso che sia un bel film !
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeDom 14 Feb 2010 - 16:31

Lo si può vedere tranquillamente in due parti, purché non passino troppi giorni di mezzo, sennò si dimenticano facilmente certi dettagli.
Cmq quando cominci a vederlo, diventa difficile staccare, perché ci sono vari colpi di scena, sia d'indagine che personali dell'avvocato Garrison.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 15 Feb 2010 - 0:20

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 6237_big

Titolo originale: Bowling for Columbine
Paese: Canada/USA/Germania
Anno: 2002
Durata: 120 min
Colore: colore, B/N
Audio: sonoro
Rapporto: 1.85:1
Genere: documentario
Regia: Michael Moore
Soggetto: Michael Moore
Sceneggiatura: Michael Moore
Produttore: Michael Moore, Charles Bishop, Jim Czarnecki, Michael Donovan, Kathleen Glynn
Produttore esecutivo: Wolfram Tichy
Casa di produzione: Alliance Atlantis Communications, Dog Eat Dog Films, Iconolatry Productions Inc., Salter Street Films International, TiMe Film- und TV-Produktions GmbH, United Broadcasting Inc., Vif Babelsberger Filmproduktion GmbH & Co. Zweite KG
Distribuzione (Italia): Mikado

Interpreti e personaggi
Michael Moore: se stesso
Charlton Heston: se stesso
Marilyn Manson: se stesso
Matt Stone: se stesso

Bowling a Columbine è un film documentario del 2002 diretto da Michael Moore vincitore del premio Oscar 2003 come miglior documentario.

Trama
Il film è dedicato al tema dell'uso delle armi in America, facendo riferimento alle stragi nelle scuole americane, in particolare al massacro della Columbine High School, vicino a Denver e Littleton, nel Colorado, nella quale due ragazzi armati di fucile entrarono nella loro scuola dove uccisero 12 studenti e un insegnante per poi suicidarsi.

La realizzazione del documentario ha portato l'autore in giro per gli Stati Uniti, fino alla finale intervista all'ex-attore Charlton Heston, presidente della National Rifle Association (letteralmente Associazione Nazionale dei Fucili in inglese).

Spostatosi in Canada per approfondire il tema dell'uso delle armi, Moore giunge alla conclusione che non è l'arma in sé a creare il crimine, ma la paura del crimine stesso che negli Stati Uniti, attraverso i suoi mezzi d'informazione e l'uso politico delle differenze sociali, porta chiunque a diffidare del prossimo, trascinando questi contrasti a forme di difesa personale eccessiva
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 15 Feb 2010 - 9:56

Questo è il film in cui Charlton Heston dà credito al suo nome (cialtrone...), difendendo l'uso delle armi? :affraid:
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeLun 15 Feb 2010 - 11:52

Oggi posto un film Drammatico/Comico... visto ieri sera, ma visto anche in precedenza... il genere esula completamente da quelli fin ora postati.... ma Nicholson è bravissimo! ! ! Consigliato il film da parte mia anche se è un pò un "mattone"!


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 143667

Titolo originale: About Schmidt
Lingua originale: Inglese
Paese: USA
Anno: 2002
Durata: 124 min
Colore: colore
Genere: commedia drammatica
Regia: Alexander Payne
Soggetto: Louis Begley

CAST:

Jack Nicholson: Warren Schmidt
June Squibb: Helen Schmidt
Hope Davis: Jeannie Schmidt
Kathy Bates: Roberta Hertzel
Dermot Mulroney: Randall Hertzel
Howard Hesseman: Larry Hertzel
Connie Ray: Vicki Rusk
Harry Groener: John Rusk
Len Cariou: Ray Nichols
Mark Venhuizen: Duncan Hertzel
James Crawley: Dave Godberson
Tung Ha: Phil Choi
Cheryl Hamada: Saudra
Steve Heller: Ken
Chris Huse: Chuck Woodard
Phil Reeves: Ministro di Denver
Matt Winston: Gary Nordin
Angela Lansbury: se stessa


TRAMA:

Funzionario di un'impresa assicurativa ad Omaha (Nebraska), Warren Schmidt è appena approdato alla pensione quando rimane improvvisamente vedovo. Si trova così a fare i conti con un (deludente) passato ed un futuro che lo angoscia ancora di più. Per dare nuove motivazioni alla propria esistenza affronterà un avventuroso quanto (amaramente) comico viaggio in direzione di Denver (Colorado) per riavvicinarsi alla figlia, Jeannie, e convincerla a non sposare il fidanzato la cui famiglia (e soprattutto la madre, un'esilarante Kathy Bates) è assai squinternata.

CURIOSITA':

A proposito di Schmidt è un film commedia drammatica del 2002 diretto da Alexander Payne, presentato in concorso al 55º Festival di Cannes.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeMar 16 Feb 2010 - 8:44

Oggi posto un film che ho gradito molto ieri sera, visto per la prima volta... lo hanno trasmesso ieri su Italia 1 ! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 1409big

Titolo originale: V for Vendetta
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 2005
Durata: 132 min
Genere: azione, drammatico, thriller, fantascienza
Regia: James McTeigue
Soggetto: Alan Moore e David Lloyd (graphic novel)


CAST:

Hugo Weaving: V
Natalie Portman: Evey
Stephen Rea: Finch
Stephen Fry: Gordon Deitrich
John Hurt: Adam Sutler
Tim Pigott-Smith: Creedy
Rupert Graves: Dominic
Roger Allam: Lewis Prothero
Ben Miles: Dascombe
Sinéad Cusack: Delia Surridge
Natasha Wightman: Valerie
John Standing: Lilliman
Eddie Marsan: Etheridge
Clive Ashborn: Guy Fawkes


TRAMA:

Regno Unito e gran parte del resto del mondo hanno attraversato una fase bellica ed un periodo socio-politico instabile, con proteste civili che sfociavano spesso in guerriglie urbane. Nel 2015 il partito neoconservatore Norsefire ('Fuoco norreno'), guidato da Adam Sutler, è riuscito a ottenere un largo consenso dal popolo, utilizzando la paura come catalizzatore, vincendo le elezioni politiche a mani basse e facendosi nominare Alto Cancelliere. Nel 2019 la Gran Bretagna è dunque stabilmente governata da un regime repressivo che tiene sotto scacco l'opinione pubblica e la vita degli individui grazie al controllo assoluto sui mass media e ad una spietata polizia segreta. Il risultato finale è la pace civile in cambio della perdita delle libertà individuali. Il popolo, suo malgrado, decide di accettare questo compromesso.

Qualche anno dopo il sistema viene turbato dalle azioni di un misterioso uomo che si presenta solo come V. Egli si nasconde dietro la maschera di Guy Fawkes, cospiratore britannico che nel 1605 cercò di far saltare in aria il parlamento inglese. V si rivela gradualmente per essere un uomo-cavia miracolosamente sopravvissuto a terrificanti esperimenti biologici condotti nei campi di concentramento prima della guerra civile.

Lungo il suo cammino, V si imbatte nella giovane Evey Hammond, una ragazza orfana che per sopravvivere nasconde il suo odio profondo nei confronti dell'attuale governo. Durante un attacco alla principale emittente televisiva, Evey viene coinvolta suo malgrado da V nello scontro con la polizia e rimane ferita. Inizia così il complesso rapporto tra la ragazza e il suo salvatore, il quale non esita ad uccidere spietatamente per raggiungere i propri obiettivi.

Nel frattempo il governo incarica il detective Finch di scovare il "pericoloso terrorista" e assicurarlo alla giustizia, anche a seguito di una misteriosa catena di omicidi rivendicati da V. Poco a poco, il poliziotto capisce tuttavia che qualcosa non quadra e, indirizzato suo malgrado dagli indizi lasciati da V, arriva vicino ad intuire l'inquietante verità riguardo alla presa del potere da parte del Norsefire, venendo dunque messo da parte.

Il giorno 5 novembre 2020, ad un anno dalla sua prima clamorosa azione dimostrativa, V è pronto per il suo atto finale: la conclusione della sua opera teatrale sarà la distruzione del Parlamento, simbolo supremo del marcio che è stato compiuto nel paese. Prima di morire, dichiara il suo amore per Evey, con la speranza di non essere mai dimenticato. Quel giorno, il popolo si sveglia dal torpore e, indossando la maschera di V, scende lungo le strade per iniziare un nuovo cammino, un cammino fatto di giustizia, libertà e uguaglianza.


CURIOSITA'... LA LETTERA "V"

« Voilà! Alla vista un umile veterano del vaudeville, chiamato a fare le veci sia della vittima che del violento dalle vicissitudini del fato. Questo viso non è vacuo vessillo di vanità ma semplice vestigio della vox-populi, ora vuota ora vana. Tuttavia questa visita alla vessazione passata acquista vigore ed è votata alla vittoria sui vampiri virulenti che aprono al vizio, garanti della violazione vessatrice e vorace della volontà!
L’unico verdetto è vendicarsi, vendetta! E diventa un voto non mai vano poiché il suo valore e la sua veridicità vendicheranno un giorno coloro che sono vigili e virtuosi.

In verità questa vicissuas-verbale vira verso il verboso, quindi permettimi di aggiungere che è un grande onore per me conoscerti e che puoi chiamarmi V! »

(V si presenta a Evey)

In tutto il film la lettera "V" è fondamentale, a richiamo dal numero della cella in cui V viene rinchiuso (In numeri romani "V" corrisponde al numero cinque) e continua a riproporsi per tutta la durata del film. Esempi più eclatanti sono il monologo sopra citato, dove la lettera "V" ricorre come iniziale 43 volte, oppure lo stesso nome della protagonista femminile Evey (pronunciato lentamente diventa E... V...).

Durante le due esplosioni, prima dell'Old Bailey e dopo del parlamento inglese, i fuochi d'artificio disegnano una grande "V" rossa nel cielo, come "firma" dello stesso protagonista.

Sono inoltre presenti numerosi richiami a questa lettera meno visibili: In uno specchio nel rifugio di V è presente l'incisione «V.V.V.V.V.» ad indicare la frase latina «Vi veri universum vivus vici» (Traducibile in «Con la forza della verità, da vivo, ho conquistato l'universo.»), quando V balla con Evey lui sceglie sul jukebox la quinta canzone, durante il confronto con Creedy si sente la 5° sinfonia di Beethoven, le cui note iniziali in codice morse richiamano proprio la lettera "V" (•••–) infine durante la battaglia finale con Creedy alla Victoria station, V usa 5 dei suoi 6 coltelli e prima di usarli li tiene in modo da formare graficamente una "V". Prima di morire, Creedy spara 5 volte a V, senza riuscire a fermarlo.

Questo continuo uso della lettera "V" va a sottolineare la natura simbolica dello stesso personaggio, che anche in punto di morte rifiuta di togliersi la maschera per rimanere un simbolo universale, come riferito nel dialogo finale tra Evey e Finch.


Ultima modifica di giotaglia_80 il Mer 10 Mar 2010 - 14:40 - modificato 1 volta.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeMer 17 Feb 2010 - 8:38

Seguendo il filone V per vendetta posto questo Film , che se anche è datato è molto bello, tratto da un libro di Ray Bradbury! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Fahrenheit451

Titolo originale: Fahrenheit 451
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1966
Durata: 112 min
Genere: fantascienza, drammatico
Regia: François Truffaut
Soggetto: Ray Bradbury (romanzo)

CAST:

Oskar Werner: Guy Montag
Julie Christie: Linda/Clarisse
Cyril Cusack: Il Capitano
Anton Driffring: Fabian
Bee Duffel: la donna-libro
Anne Bell: Doris
Caroline Hunt: Helen
Gillian Lewis: annunciatrice TV
Anna Ralk: Jackie
Roma Milne: la vicina
Arthur Cox: primo annunciatore TV
Donald Pickering: secondo annunciatore TV
Michael Mindell: l'allievo Stoneman
Chris William: l'allievo Black
Mark Lester: primo bambino
Xevin Elder: secondo bambino
Joan Francis: la telefonista del bar
Tom Watson: il sergente istruttore
Alex Scott: Il giornale di Henri Brulard
Dennis Gilmore: Le cronache marziane
Fred Cox: Orgoglio
Frank Cox: Pregiudizio
Michael Balfour: Il Principe di Machiavelli
Judith Drinan: La Repubblica di Platone
Yvonne Blake: La questione ebraica
John Rae: La chiusa di Hermiston
Earl Younger: Nipote de La chiusa di Hermiston


TRAMA:

Il film inizia con una pattuglia di pompieri dall'aspetto futuribile che esce dalla caserma e si dirige verso un appartamento. L'uomo che lo abitava riceve una telefonata che lo esorta di scappare. I pompieri entrano ed il primo libro che trovano è Don Chisciotte nascosto in una lumiera. Durante la perquisizione trovano molti altri libri, specialmente all'interno di un finto televisore. Dopo averli accumulati in cortile li incendiano con un lanciafiamme. Il protagonista, Montag, fa parte della pattuglia e mentre rientra gli viene comunicato che è in vista una promozione. Lui è taciturno e il capitano lo apprezza proprio per questo. Tornato a casa comunica la novità alla moglie ma lei è molto presa dalla televisione, la sua "famiglia", e dalle sue pillole. Si capisce quindi che la società ha abolito i libri perché, come spiega poi il capitano, rendono la vita triste: la filosofia cambia come la moda delle gonne lunghe e corte, dando agli uomini il libero arbitrio o la vita predestinata; i romanzi invece fanno credere che le vite immaginarie dei protagonisti possano essere vissute anche dai lettori causando frustrazione. Bruciando tutto invece gli uomini saranno veramente uguali e felici. Una vicina di casa cerca di far conoscere al protagonista il mondo della lettura, e gli chiede se ha mai letto qualcuno dei libri che ha bruciato. La curiosità lo spinge a provare, e il primo libro che legge è David Copperfield di Charles Dickens al quale seguiranno molti altri fino a diventare una vera mania. Cercherà di combattere il sistema ma verrà tradito dalla moglie ed obbligato ad usare il lanciafiamme contro i propri libri. Prima di tutto indirizza il lanciafiamme verso il proprio letto e verso la tv; poi, incitato dal capitano, verso i libri (si notano Moby Dick e Franz Kafka); cerca di salvare un libro ma il capitano se ne accorge e gli punta la pistola contro, ma Montag con il lanciafiamme lo uccide. Inizia così la sua fuga da ricercato ed alla fine si unirà agli uomini libro.


DIFFERENZE CON IL ROMANZO:

Il film segue abbastanza fedelmente l'omonimo romanzo di Bradbury. La sceneggiatura è in massima parte la trasposizione dei dialoghi del libro.
L'adattamento cinematografico ha però indotto dei cambiamenti; in primo luogo, scompare nel film il personaggio di Faber, l'anziano professore che aiuta Montag a ribellarsi. Questo personaggio viene sostituito dalla figura di Clarisse, che nel film acquista un rilievo maggiore rispetto al libro.
Clarisse, infatti, nel romanzo compare solo all'inizio e poi viene data per morta (ma di questo non si ha la certezza), è minorenne (dichiara di avere 17 anni).
Nel film, invece, Clarisse diventa maggiorenne (dichiara 20 anni), ed è una professoressa; inoltre nel film è accentuata l'attrazione tra lei e Montag, anche se i due non vivono, per quanto si veda, una storia d'amore vera e propria.
In secondo luogo, mancano nel film, per esigenze di sintesi, alcune peripezie relative alla fuga di Montag braccato dalla polizia, di certo irrilevanti dal punto di vista della comprensione della storia, ma che nel libro aggiungono suspense alla narrazione.
Il finale, poi, è totalmente diverso. Nel film, Montag e Clarisse si ritrovano finalmente nella città degli uomini-libro, dove ci sono uomini che imparano a memoria i libri per trasmetterli alle generazioni future, e dove probabilmente, si presume, essi vivranno una storia d'amore.
Nel libro, come già detto, Clarisse compare solo all'inizio. Montag scappa dalla città e raggiunge gli uomini-libro presso la ferrovia abbandonata, dalla quale vede un fatto sconvolgente: il bombardamento atomico della città. Montag si mette poi in cammino con gli altri in direzione della città distrutta.
Un'altra importante differenza: omettendo tutta la parte relativa alla guerra, scompare anche il discorso finale tra il protagonista e il ribelle Granger, che contiene quello che è considerato da alcuni il passo fondamentale del libro, in cui il suddetto ribelle dice a Montag "Incontreremo una gran quantità di persone sole e sofferenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Noi ricordiamo. Ecco dove alla lunga avremo vinto noi."
Senza questo passo (la frase "noi ricordiamo" era addirittura in corsivo originalmente…) l'intero significato dell'opera può risultare stravolto: nel film gli uomini-libro possono apparire come dei poveri pazzi, destinati a scomparire col tempo (anche se proprio nella scena finale si intuisce che non sarà affatto così, ma che anzi questi custodi dell'umana conoscenza sembrano in numero sempre crescente), nel libro, invece, come sottolinea Granger, non potranno che essere vincitori, "fino a quando le tenebre di un nuovo Medio Evo non ci costringeranno a ricominciare tutto da capo".
Il numero 451 corrisponde alla temperatura (indicativa) di autocombustione della carta nella scala Fahrenheit ed è stato scelto simbolicamente per rappresentare il numero di appartenenza della squadra dei Militi del fuoco. Ciò è spiegato esplicitamente nel film, mentre nel libro omonimo tale particolare viene solo accennato.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeGio 18 Feb 2010 - 9:32

Oggi vorrei proporvi uno dei film più divertenti che abbia mai visto.

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 315827

Titolo originale: I Was a Male War Bride
Paese: USA
Anno: 1949
Genere: commedia
Regia: Howard Hawks

Trama:
Henri Rochard, capitano dell'esercito francese, si trova in missione in Germania alla fine della seconda guerra mondiale. Viene affiancato al tenente americano Catherine Gates. Tra i due, dopo numerosi battibecchi e schermaglie, scoppia l'amore e il passo successivo è il matrimonio. A questo punto Catherine viene richiamata negli Stati Uniti e Henri cerca di partire con lei, in qualità di coniuge di personale militare americano, chiedendo l'applicazione della legge a favore "delle spose di guerra".

Se non l'avete visto, recuperatelo assolutamente! :lol!:
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeGio 18 Feb 2010 - 12:01

Provvederemo sicuramente a vederlo... magari un pò più in là nel tempo... oggi posto un film Horror visto ieri sera... un film non bellissimo ma con un finale abbastanza decente e alternativo....



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 30-giorni-di-buio-locandina

Titolo originale: 30 Days of Night
Paese: USA/Nuova Zelanda
Anno: 2007
Durata: 113 min
Genere: horror
Regia: David Slade
Soggetto: Steve Niles, Ben Templesmith

CAST:

Josh Hartnett: Sceriffo Eben Oleson
Melissa George: Stella Oleson
Danny Huston: Marlow
Ben Foster: Lo straniero
Mark Boone Jr.: Beau Brower
Mark Rendall: Jake Oleson
Amber Sainsbury: Denise
Munu Bennet: Billy Kitka
Megan Franich: Iris
Nathaniel Lees: Carter Davies



TRAMA:

La cittadina di Barrow in Alaska si sta preparando per gli annuali "30 giorni di buio", quando tra novembre e dicembre non sorge il sole per un mese esatto. Dopo l'arrivo in città di uno straniero, iniziano a verificarsi fatti misteriosi, come alcuni sabotaggi, la distruzione di molti cellulari, la manomissione di tutti i mezzi di comunicazione e la barbara uccisione di molti cani. Lo sceriffo Eben Oleson inizia ad indagare per far luce su questi avvenimenti.

Ma i sonni degli abitanti avranno vita breve perché un gruppo di vampiri assetati di sangue arriva in città, agevolati dal lungo periodo di oscurità faranno molte vittime facendo scorrere molto sangue. Un gruppo di sopravvissuti, tra cui lo sceriffo Eben Oleson, sua moglie Stella e suo fratello Jake, riusciranno a rifugiarsi in una soffitta, luogo che però non rimarrà sicuro a lungo. Per il gruppo di superstiti inizia una lunga lotta per la sopravvivenza aspettando il sorgere di una nuova alba.


CURIOSITA':

Prima del rilascio del film nelle sale statunitensi, è stato girato un prequel intitolato 30 Days of Night: Blood Trails della durata di 30 minuti diretto da Victor Garcia. Il film, realizzato dalla FEARnet, è stato distribuito esclusivamente su internet, è ambientato due giorni prima degli avvenimenti di 30 giorni di buio, e racconta le vicessitudini di George, informatore che lavora per la cacciatrice di vampiri Judith, iniziate a New Orleans e terminate nei pressi di Barrow.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeGio 18 Feb 2010 - 22:00

Fantascienza ecologista... I postumi di una "grande tenebra" immaginata negli anni Settanta...

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 2002

Titolo originale: Silent Running
Paese: USA
Anno: 1972
Genere: fantascienza, drammatico
Regia: Douglas Trumbull

Cast: Bruce Dern (Lowell Freeman), Cliff Potts, Ron Rifkin, Jesse Vint.

Trama: Siamo nell'anno 2002. La Terra, reduce dalla catastrofe atomica, e tuttavia nuovamente incamminata sulla strada del progresso indiscriminato, ha del tutto sacrificato la vegetazione per far posto alla tecnologia. Le ultime isole naturali sono state trasferite nello spazio, sulla gigantesca nave spaziale Valley Forge, gestita dal comandante Lowell Freeman (Bruce Dern) e da tre esperti collaboratori, veri e propri "giardinieri spaziali".
Un giorno il comandante riceve dalla Terra l'ordine di distruggere tutto e tornare a casa, con somma gioia dei collaboratori, intristiti dalla permanenza. Non d'accordo, Freeman uccide i tre, e messosi alla guida del velivolo, con l'aiuto di tre robot, ribattezzati Paperone, Paperina e Paperino, si dirige verso Saturno. Paperone resta distrutto da una esplosione.
L'allontanamento dal Sole sta uccidendo la foresta, per cui si rende necessario installare delle lampade speciali. Il comandante capisce di non poter andare oltre: per essere certo che una missione di soccorso non lo raggiunga scoprendo così le sue azioni ed eliminando le ultime vegetazioni rimaste, sgancia l'ultima serra affidandola quindi alle cure di Paperina, con la speranza che essa venga raccolta da una qualche intelligenza più meritevole.
Rimasto solo sulla navicella assieme a Paperino (non più adatto al lavoro a causa di un incidente), si lascia esplodere nello spazio.
Il robot superstite continuerà a prendersi cura della foresta spaziale, che nella sua bolla di vetro proseguirà la sua "corsa silenziosa" (silent running, appunto) per il cosmo.

Il film prospetta un futuro in cui la natura è diventata un semplice accessorio da relegare nello spazio di fronte a un mondo freddo e tecnologico. Il regista Douglas Trumbull, addetto agli effetti speciali di "2001: Odissea nello spazio", firma un film originale e personalissimo utilizzando quelle sequenze di Saturno che per il film di Stanley Kubrick non era riuscito a preparare. Freeman Lowell, l'ultimo "uomo libero", è un personaggio sottilmente intriso di cultura Hippie. I tre automi furono interpretati da tre attori privi degli arti inferiori. Ai botteghini il film non fu particolarmente fortunato, venendo quasi dimenticato negli anni seguenti.

---

Una sequenza significativa del film che ho messo nella home page del mio canale Youtube.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeVen 19 Feb 2010 - 11:02

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Planet_terror_poster1

Titolo originale: Planet Terror
Lingua originale: inglese
Paese: USA
Anno: 2007
Durata: 105 min.
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: azione, horror
Regia: Robert Rodriguez
Soggetto: Robert Rodriguez
Sceneggiatura: Robert Rodriguez


Grindhouse - Planet Terror è un film splatter del 2007, scritto e diretto da Robert Rodriguez. Il film è il primo segmento di Grindhouse, creato come omaggio ai film d'exploitation degli anni settanta come Zombi 2 ed Incubo sulla città contaminata.

Il film è uscito in Italia il 28 settembre 2007,mentre negli Stati Uniti il 6 aprile dello stesso anno.

Il film è stato presentato nell'edizione integrale al festival di Locarno 2007, con la partecipazione dello stesso Robert Rodriguez.

Per i contenuti violenti, gli effetti speciali splatter e le diverse scene di sesso, il film è stato vietato ai minori in paesi come Finlandia, Regno Unito e Olanda,mentre in Italia è stato vietato ai minori di 14 anni.

Mentre per A prova di morte si era scelta una versione estesa rimontata da Tarantino in occasione del festival di Cannes, Planet Terror è stato mostrato con il montaggio originale statunitense, includente la bobina mancante ed il fake trailer Machete. Soltanto qualche scena è stata modificata o estesa.


Trama
La bella Cherry Darling è una go-go dancer che sogna di dedicarsi al cabaret. Dopo essersi messa a piangere durante l'ultimo ballo, Cherry viene rimproverata dal suo capo, prende la mancia della serata ed esce dal club.

Poco fuori dal locale, un convoglio di carri militari passa a tutta velocità, facendola cadere: a causa dell'urto, una scheggia di vetro le si conficca in una gamba. Il gruppo di militari arriva in una zona sicura, dove lo scienziato Alby deve concludere un affare con un mercenario, il quale intende vendere all'esercito un quantitativo di gas biochimico denominato DC-2 o Progetto Terrore.

Il mercenario, però, commette un errore: Alby allora decide di punirlo con la rimozione dei suoi testicoli. Si scatena allora una rissa tra gli uomini del mercenario e i militari: Alby però cerca di difendere i propri interessi e si schiera contro i militari, aprendo egli stesso il fuoco. Prima che possa compiere un'altra mossa, Alby viene bloccato dal tenente Muldoon, il quale lo costringe a rivelargli dove sia il DC-2, una potente tossina che produce la necrosi delle cellule e trasforma le persone in mostri cannibali e assassini.

Muldoon lo obbliga a rinunciare alle sue cavie ed Alby si vendica liberando il DC-2 nell'atmosfera. I primi uomini esposti si trasformano immediatamente in infetti sickos, pieni di pustole e piaghe sul corpo. Muldoon prende invece un quantitativo di gas per lui ed il suo plotone e scappa via dal luogo.

A casa Block, intanto, i coniugi William e Dakota si svegliano, pronti per un turno di notte all'ospedale locale. Insieme a loro abita il figlioletto Tony. Dakota scrive un SMS a Tammy, chiedendole di farle compagnia in città, pianificando un incontro amoroso. La scopre William, il quale è a conoscenza della loro passata relazione lesbica e cerca di portarle allo scoperto, ricorrendo persino alla violenza. Dakota nasconde prontamente il cellulare e si reca dunque all'ospedale, con il marito. Il figlio viene lasciato con due babysitter.

Intanto, Tammy rimane in panne nel bel mezzo di una strada di campagna, senza luci, dove sfrecciano auto a tutta velocità. Dopo essere stata frastornata dagli abbaglianti di una vettura, Tammy viene portata fuori dal ciglio stradale da un branco di creature deformate e sporche di sangue.

Cherry raggiunge il Bone Shack di J.T. Hague, dove si lava dal sangue di cui si è sporcata e rimuove la scheggia di vetro. Dopodiché si reca a mangiare qualcosa: durante il pasto arriva nel locale Wray, l'ex-fidanzato di Cherry, che la chiama "Palomita". Inizia dunque un discorso sulle cause della loro rottura, che non arriva ad alcuna conclusione. In ultimo, Cherry chiede a Wray un passaggio verso casa, che lui le offre di buon grado.

All'ospedale locale iniziano a succedere cose strane: diverse persone vengono ricoverate con gravi casi di necrosi alla cute che sfociano in pus e piaghe. I coniugi Block cercano di arginare l'epidemia: uno dei pazienti, ad esempio, possiede una strana ferita causatagli da alcuni individui incontrati per strada, che appare come fosse stata causata circa due settimane prima; inoltre, la sua temperatura corporea è di quaranta gradi e sulla lingua sono presenti strane piaghe deformanti. Block decide di passare all'amputazione del braccio e classifica la cosa come una cancrena in stadio avanzato: la sua mente è infatti offuscata dai pensieri sulla moglie e la possibile relazione con Tammy.

Cherry e Wray, sul loro cammino, incontrano due sickos e, nel frenare per evitarli, vanno fuori strada. Cherry viene rapita da due infetti e portata in un angolo della foresta. Wray insegue i due mostri e spara loro con un fucile. Ma è troppo tardi: le creature hanno strappato e maciullato la gamba di Cherry. Wray porta Cherry all'ospedale cittadino, dove la donna viene messa in prognosi riservata. Al caso si interessa lo sceriffo Hague che è curioso di sapere come mai Wray possedesse un fucile senza la licenza.

Wray viene portato alla caserma di polizia, dove Hague lo interroga. Qui il ragazzo incontra Earl McGraw, il vicesceriffo Tolo ed il suo collega Carlos. Inizia un lungo interrogatorio.

All'ospedale intanto portano Tammy sventrata, priva di cervello, con il cranio sfondato. Dakota quando la vede scappa inorridita, mentre Block scoprendo dal telefonino di Tammy lo scambio di messaggi tra le due, la raggiunge e cerca di farla confessare riguardo al suo rapporto con Tammy, picchiandola violentemente. Dopodiché la chiude in uno sgabuzzino, dopo averle bucato le mani con degli aghi da siringa, anestetizzandogliele. Tornato in corsia, Block assiste all'arrivo di altri pazienti gravemente infetti. Il paziente a cui doveva essere amputato il braccio si risveglia dall'anestesia e uccide il medico. Quindi si reca da Block e lo contagia, deponendogli sul volto delle pustole.

Dakota esce dallo sgabuzzino dove era stata rinchiusa gettandosi di sotto. Dopo aver rubato un'auto, nonostante le mani anestetizzate, si dirige verso casa, cercando di scampare al marito schizofrenico, ora oltretutto infetto.

J.T. (il gestore del Bone Shack) intanto chiama il proprio fratello, lo sceriffo Hague, dicendogli che ha dei problemi con due tizi dall'aspetto mostruoso che attendono di fuori. Hague, accompagnato da Wray, si mette in cammino. Entrambi vengono però bloccati dal vicesceriffo Tolo a cui un uomo ha appena staccato un dito a morsi. All'esterno dell'edificio, infatti, sono arrivati i sickos.

Cherry si sveglia, all'ospedale, scoprendo di essere senza una gamba. Wray, temendo per l'incolumità della ragazza, aiuta Hague, Tolo e l'altro vicesceriffo - Carlos - a combattere gli infetti. In poco tempo, Wray ha eliminato tutte le creature e si dirige dunque verso Cherry.

Hague è ancora reticente ad affidare a Wray un'arma, ma lo segue comunque all'ospedale. Qui, la situazione è peggiore di quanto ci si aspetti: gli infetti sono dappertutto ed appestano tutte le corsie della struttura. Wray, notando la gamba amputata della sua ex-ragazza, le conficca un paletto di legno al suo posto e le consente dunque di camminare.

Intanto, Dakota arriva a casa sua e prende suo figlio Tony, fino ad allora affidato a due gemelle babysitter. Il suo piano è quello di dirigersi dal padre, Earl McGraw, con cui ha litigato tempo fa per una questione riguardante il suo lesbismo latente. Giunta dinanzi la casa del padre, lascia in auto il figlio con una pistola, arma che dovrà essere usata per eliminare eventuali nemici. Tony, però, si spara un colpo in testa involontariamente. Dakota, inorridita, scappa verso la casa del padre, mentre gli infetti si fanno sempre più vicini: all'interno di casa McGraw, Dakota scopre che il padre ha ucciso sua moglie Ramona, da tempo affetta da un tumore al polmone, dopo che questa aveva tentato di ucciderlo.

Hague e gli altri raggiungono il Bone Shack, dove trovano un J.T. che finge di star morendo. Cherry e Wray si chiariscono e fanno sesso. Poco dopo giungono al locale anche Earl McGraw e Dakota, anch'essi armati. Il luogo va a fuoco e la resistenza, composta da Wray, Cherry, Hague, Tolo, J.T., Earl McGraw, Dakota, Alby e le sorelle babysitter fugge, a bordo dei mezzi messi a disposizione dal J.T., il fratello di Hague.

Durante la fuga verso un luogo sicuro, la resistenza viene bloccata su un ponte da un gruppo di sickos. La resistenza è in netta inferiorità numerica: il terrore inizia a serpeggiare nei loro volti, sino a quando gli infetti non vengono squartati dalle pallottole dell'esercito, capeggiato da Muldoon.

Il perfido tenente conduce gli uomini in galera, rivelando di aver già avuto a che fare in passato con Wray. In carcere, mentre i detenuti si liberano e corrono alla ricerca di Muldoon, un soldato stupratore adocchia Cherry e Dakota e prova a stuprarle; toltosi la maschera col DC-2, il soldato assisterà alla caduta dei propri testicoli, per poi divenire una creatura mostruosa ed esplodere.

Wray ed Alby trovano Muldoon, che spiega loro l'intera storia: un contingente statunitense, che egli capeggiava, aveva trovato Bin Laden e l'aveva ucciso. Però, gli afghani avevano messo da parte del DC-2, che è stato loro applicato al corpo. Muldoon si trasforma in un essere pieno di pustole e piaghe, perciò viene ucciso dai due uomini.

Finita quest'avventura all'interno della base militare, il gruppo esce all'esterno e stermina gli infetti. Alby e Wray muoiono sotto il fuoco dei militari, mentre il resto del gruppo riesce a fuggire, a bordo di un elicottero. Cherry scopre di essere incinta del suo fidanzato e fugge con la resistenza. Qualche anno dopo, Cherry ed i superstiti vivono in una sorta di paradiso tropicale, lontano dalla civiltà: a loro si è ora aggiunta la figlia di Cherry e Wray.

Sceneggiatura
A Rodriguez venne in mente il soggetto di Planet Terror durante la post produzione di The Faculty. «Ricordo che dissi a Elijah Wood e Josh Hartnett, a tutti questi attori giovani, che i film di zombi erano - sembra quasi un gioco di parole - 'morti' e che non se ne vedevano da un pezzo, ma che io invece pensavo che sarebbero tornati in gran numero perché erano scomparsi da troppo tempo..» - disse Rodriguez - «..dissi loro che noi dovevamo essere i primi! Avevo un copione che avevo iniziato a scrivere. Era di circa 30 pagine, e dissi "questi sono personaggi che potete interpretare tutti". Eravamo tutti eccitati all'idea, ma in seguito non seppi cosa farci. Solo l'introduzione durava 30 pagine; però decisi di applicarmi ad altri progetti, accantonai il film di zombi, anche se in faccia avevo quell'espressione del tipo "Ah! So di aver realizzato il mio film di zombi!"». La storia venne recuperata quando Tarantino e Rodriguez svilupparono l'idea per Grindhouse.[4]

Nell'idea iniziale di Rodriguez c'erano gli zombi, ma dopo aver incontrato il regista Umberto Lenzi il regista decise di cambiare. «Volevo creare qualcosa genere 'Incubo sulla città contaminata'. Quando incontrai Lenzi, lui mi disse che i suoi morti viventi erano in realtà infetti. Cambiai allora la sceneggiatura».[5]

Nel film sono infatti molteplici sequenze ispirate alla controparte di Lenzi: l'assalto degli infetti sickos all'ospedale, la presenza del tenente Muldoon (Bruce Willis), che nell'originale era il generale Mulchinson, oltreché l'aspetto stesso degli infetti.


Ultima modifica di sbea il Gio 4 Mar 2010 - 22:43 - modificato 1 volta.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeVen 19 Feb 2010 - 12:22

Oggi vorrei postare un film visto ieri sera... molto bello, che avevo comunque visto tante volte anche in passato. Film Gradevole, con un cast molto valido! ! ! Consigliato a tutti!


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 8010312026027g

Titolo originale: The War of the Roses
Paese: U.S.A.
Anno: 1989
Durata: 116 min
Genere: commedia nera
Regia: Danny DeVito
Soggetto: Warren Adler
Sceneggiatura: Michael J. Leeson

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 I-roses-di-nuovo-sul-piede-di-guerra-69614

CAST:

Michael Douglas: Oliver Rose
Kathleen Turner: Barbara Rose
Danny DeVito: Gavin D'Amato
Marianne Sägebrecht: Susan
Dan Castellaneta: Uomo nello studio di Gavin
Sean Astin: Josh a 17 anni
Heather Fairfield: Carolyn a 17 anni


TRAMA:

Il film narra la storia di una coppia apparentemente perfetta che dopo il matrimonio comincia a traballare. Andando avanti col tempo i piccoli battibecchi di ogni giorno portano alla decisione dei due di divorziare. In fase di divorzio però entrambi vogliono tenersi la splendida casa acquistata subito dopo il matrimonio e tale contesa li costringe a continuare a convivere sotto lo stesso tetto in quanto nessuno dei due vuole lasciare la casa all'altro. La convivenza è causa di liti sempre più furibonde che li porteranno a danneggiare la casa stessa e a morire.

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 La_guerra_dei_Roses_%281989%29
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitimeVen 19 Feb 2010 - 17:22

Cavolo gio...hai scelto una colonna portante della cinematografia!Gran bel film! La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_cheers
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato





La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 8 Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema
Torna in alto 
Pagina 8 di 16Vai alla pagina : Precedente  1 ... 5 ... 7, 8, 9 ... 12 ... 16  Successivo
 Argomenti simili
-
» >> AL CINEMA >> ROMANZO DI UNA STRAGE (2012) DVDrip

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Brendon Forum :: Old London :: Cavalcando Falstaff: area off-topic-
Vai verso: