Brendon Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Comunità del fantasy dedicata all'eroe creato da Claudio Chiaverotti. - Materiale riprodotto dal sito di Sergio Bonelli Editore resta proprietà della casa editrice. - Qui spam = ban!
 
IndiceGalleriaCercaRegistratiAccedi
Siti e forum amici
Siti amici del Brendon Forum
Ultimi commenti
» Qualcuno volò sulla punta del pennello...
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeSab 20 Mar 2021 - 11:28 Da Gas75

» Che canzone state ascoltando? 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeSab 13 Mar 2021 - 14:58 Da <alessandro>

» #57 Gli sterminatori - ottobre 2007
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 15 Feb 2021 - 21:59 Da Gas75

» [libro] Sandokan - Le Tigri di Mompracem, di Emilio Salgari
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 25 Gen 2021 - 23:10 Da Gas75

» #91 L'equazione di Kellerman - giugno 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeDom 2 Ago 2020 - 18:43 Da <alessandro>

» Zagor
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMer 8 Lug 2020 - 13:45 Da <alessandro>

» #90 L'ultimo degli eroi - aprile 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 6 Lug 2020 - 14:13 Da <alessandro>

» [libro] Quando scende il buio e altri racconti (di G. Pero)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeSab 4 Lug 2020 - 18:46 Da Gas75

» Disney fantasy
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeVen 26 Giu 2020 - 13:41 Da <alessandro>

» Dylan Dog
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeDom 14 Giu 2020 - 16:37 Da Gas75

» #79 La sposa in nero - giugno 2011
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeVen 12 Giu 2020 - 15:54 Da <alessandro>

» Curiosità e notizie dal web 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMer 3 Giu 2020 - 13:12 Da Gas75

» S#13 La mappa delle stelle (team-up con Morgan Lost) - luglio 2016
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeVen 10 Apr 2020 - 16:24 Da Gas75

» Superman/Batman
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMar 31 Mar 2020 - 17:01 Da <alessandro>

» [film] Riddick (di David Twohy)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 23:31 Da <alessandro>

» Grafica del Forum
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 18:05 Da <alessandro>

» Archivio immagini di Brendon realizzate per le fiere del fumetto
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeGio 9 Mag 2019 - 14:12 Da Gas75

» Messaggi privati di spam
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeGio 2 Mag 2019 - 10:25 Da Gas75

» Dampyr
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeDom 28 Ott 2018 - 15:28 Da Gas75

» E' morto Sergio Bonelli
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeGio 25 Ott 2018 - 16:23 Da BeatOFPleasure2

Migliori postatori
Gas75 (12378)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
<alessandro> (6490)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
ghera (3669)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
giotaglia_80 (3150)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
fiamme d'inferno (1467)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
Pincopallino (372)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
Basko (182)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
BeatOFPleasure2 (143)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
rolling (34)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 
ginkgobiloba (26)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 I_vote_rcap 

 

 La bacheca di Syrus: per parlare di cinema

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 6 ... 8, 9, 10 ... 12 ... 16  Seguente
AutoreMessaggio
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeSab 20 Feb 2010 - 12:29

sbea ha scritto:
Cavolo gio...hai scelto una colonna portante della cinematografia!Gran bel film! La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_cheers


Quando ti ho detto che ero appassionato di Film non scherzavo... dicevo veramente... ne avrò visti migliaia... io alla sera mi metto davanti alla tv e vedo un film...

Giorgio
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeSab 20 Feb 2010 - 12:35

Oggiposto un cUlt del mitico Kubrick, amato e odiato dalla gente...

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Arancia-meccanica

Titolo originale: A Clockwork Orange
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1971
Durata: 140 min
Colore: colore
Genere: drammatico
Regia: Stanley Kubrick
Soggetto: Anthony Burgess (romanzo)

CAST:

Malcolm McDowell: Alexander De Large
Adrienne Corri: mrs. Alexander, moglie dello scrittore
Patrick Magee: mr. Alexander, lo scrittore
Michael Bates: capo delle guardie
Warren Clark: Dim
John Clive: attore della prova di guarigione
Carl Duering: dottor Brodsky
Michael Tarn: Pete
Paul Farrell: vagabondo
Clive Francis: Joe
Michael Gover: governatore della prigione
Miriam Karlin: miss Weber, signora dei gatti
James Marcus: Georgie
Aubrey Morris: P.R. Deltoid
Godfrey Quigley: cappellano della prigione
Sheila Raynor: madre di Alex
Madge Ryan: dottor Branom
John Savident: oppositore del governo
Anthony Sharp: ministro dell'Interno
Philip Stone: padre di Alex
David Prowse: Julian
Pauline Taylor: dottoressa Taylor, psichiatra


TRAMA:

Alexander DeLarge è il capo di una banda di "drughi"[2], composta da lui, Georgie, Dim e Pete, che trascorrono il tempo commettendo reati, furti e violenze. Nella scena iniziale del film si vede la banda di drughi seduti al Korova Milk Bar sorseggiando una bevanda chiamata lattepiù, ovvero latte con droghe come la mescalina, indispensabile per esercitare dell'ultraviolenza - termine con cui Alexander indica le violenze perpetrate dalla sua banda. La stessa notte la banda bastona un barbone ubriaco, picchia la banda rivale capeggiata da Billyboy, scorrazza per le strade di campagna provocando incidenti ed infine praticano quello che Alex DeLarge chiama "il numero della visita a sorpresa", che consiste nel recarsi ad una casa - in questo caso quella dello scrittore Alexander, convincere gli abitanti ad aprire con una scusa e quindi esercitare dell'"ultraviolenza"; Alex picchia quindi lo scittore cantando Singin' in the rain e stupra la moglie. Infine la banda si ritira di nuovo al Korova Milk Bar.

Nel locale vi sono anche dei personaggi televisivi e tra questo una donna improvvisa un bel canto, ma viene fischiata da Dim, che riceve però una bastonata da Alex a causa del suo gesto incivile. Alex infatti è un appassionato di musica, soprattutto di Beethoven, e quello che la donna stava cantando era un pezzo della nona sinfonia di Beethoven. Dim sfida quindi Alex ad un duello, ma quando questi si mostra tutt'altro che impaurito, Dim si scusa dicendo di essere stanco; il gruppo torna quindi a casa. Giunto a casa, Alex nasconde i frutti delle scorrerie nel gruppo sotto il letto e quindi si addormenta ascoltando la Nona di Beethoven, immaginando scene violente, che ad Alex risultano però piacevoli.

La mattina seguente, la madre sveglia Alex per andare a scuola e ricordandogli che non ci è andato mai durante la settimana, ma questi dice che ha mal di testa e non vuole andare per non danneggiare la sua educazione. La madre quindi acconsente e parla col marito, disquisendo su quale lavoro faccia Alex la notte, non sapendo che il loro figlio è dedito alla violenza.

Alzatosi da letto, Alex scopre che in casa vi è il signor Deltoid, suo ispettore giudiziario minorile, fatto entrare in casa dalla madre. Deltoid ricorda ad Alex, che è già stato beccato dalla polizia diverse volte, che il ragazzo deve rigare dritto, e gli racconta anche che la banda di Billyboy è stata ritrovata in pessime condizioni e che sono stati fatti i nomi di Alex e la sua banda, ma come sempre non ci sono prove per incriminarli. Alex afferma invece a Deltoid che si sta tenendo lontano dai guai e che la polizia non è sulle sue tracce da molto tempo.

In seguito Alex esce e si reca al negozio di dischi per ritirare una sua ordinazione; al bancone vede due ragazze e le invita a casa sua ad ascoltare della musica. Arrivati a casa, i tre fanno sesso con sottofondo il Guglielmo Tell di Gioachino Rossini.

Più tardi, scendendo le scale del suo condominio, Alex trova la sua banda di drughi ad aspettarlo. Dim si mostra strafottente, e Alex ricambia minaccioso le sue battute, ma Georgie lo blocca dicendogli che ci saranno delle novità, tra cui quella che Alex non dovrà sfottere più Dim; Georgie si lamenta infatti che il bottino delle scorrerie della banda finisca per la maggior parte nelle mani di Alex. Infine Georgie accenna ad un piano per la stessa notte. Camminando, Alex pensa al fatto che adesso il capo del gruppo è Georgie, mentre Dim è il suo mastino, perciò decide di ristabilire le posizioni picchiando i due. Dopo la rissa, i due si ritrovano in pub, Alex ribadisce la sua leadership e convince Georgie a spiegargli il piano che aveva in mente.

L'idea è quella di rapinare una casa che appartiene ad una signora attempata direttrice di un centro dimagrante. Quella sera, arrivati alla casa, cercano di entrare con il trucco usato alla casa dello scrittore, ma la donna non apre e chiama la polizia. Alex quindi entra dalla finestra e si reca dalla donna che, dopo un buffo combattimento con lei che usa un busto e Alex un enorme pene di ceramica per lottare, viene uccisa dal ragazzo.

Alex quindi esce di casa e sentendo le sirene della polizia, ordina ai drughi di andare, ma questi lo tradiscono colpendolo con una bottiglia di latte che lo acceca temporaneamente. Alex viene quindi arrestato dalla polizia e condannato per omicidio a 14 anni.

Portato in carcere, Alex si sente come una preda tra predatori, tra uomini più violenti di lui, ecco che cerca di rigare dritto accaparrandosi le simpatie del prete della prigione, imparando a memoria versi della Bibbia. Lì viene a conoscenza dell'iniziativa del nuovo Governo in carica, che promette la scarcerazione immediata, a patto che ci si sottoponga ad un innovativo programma di "rieducazione", il Programma Ludovico. Senza fare troppe domande, accetta tutte le condizioni e viene trasferito in un luogo popolato di medici in cui viene costretto a vedere scene di violenza su uno schermo, mentre gli effetti di una sostanza iniettata poco prima cominciano a fargli provare un dolore fortissimo ed una sensazione di «morte da soffocamento», come puntualizza il conduttore dell'esperimento. In questo modo, nel giro di due settimane viene completamente condizionato a provare quella stessa sensazione di soffocamento e dolore di fronte a qualsiasi stimolo evocato nei film che aveva visto: violenza, sesso e la Nona Sinfonia di Beethoven che faceva casualmente da sottofondo in un documentario nazista.

Alex viene liberato ed il Governo esalta il Programma Ludovico, salutandolo come soluzione ai problemi della criminalità violenta e del conseguente affollamento delle prigioni. Ma Alex non ha cambiato la sua natura: è semplicemente condizionato, prova nausea e dolore quando tenta anche solo di reagire ad una violenza, e si ritrova in una società estranea: i genitori hanno affittato la sua stanza, i suoi vecchi compagni sono diventati poliziotti , e le sue vittime si vendicano. Al centro ormai di un caso politico, e trasformato nella vittima perfetta, incapace di esercitare il libero arbitrio, lo sfortunato Alex, dopo essere stato torturato dai suoi vecchi "drughi", bussa alla porta dello scrittore torturato da lui stesso anni prima. Egli, avendo capito chi si era presentato alla sua porta, chiama dei cospiratori politici che pongono al giovane ex capo drugo delle domande per far cadere il governo attuale (a riguardo della Cura Ludovico) e, dopo aver avuto le risposte desiderate, lo inducono al suicidio attraverso la tanto amata Nona Sinfonia di Beethoven costringendolo a lanciarsi da una finestra.

Malconcio, e di nuovo tra i medici, si risveglia da un sonno profondo, ed una psicanalista lo cura dal suo blocco creato dalla cura Ludovico. Prima dell'inizio della cura Alex chiede alla psicanalista di analizzare un suo sogno ricorrente, ovvero quello in cui il protagonista vede medici lavorare con la sua scatola cranica, ma la dottoressa lo liquida dicendogli che si tratta di un sogno normalissimo per chi è in via di guarigione. In seguito Alex riceve la visita del Ministro dell'Interno che, preoccupato per lo scandalo causato dalla sua storia, si assicura che il ragazzo stia dalla sua parte. Alex torna a promettere, ad accettare tutte le condizioni, stringe la mano al Potere e viene colto da una visione: di nuovo sesso, di nuovo la sua adorata Nona e, stavolta, una Società che lo approva.

CURIOSITA':

A differenza dei suoi film precedenti, Kubrick decide di avere un approccio più caotico; a volte lo stesso Kubrick con la cinepresa sulla spalla si posizionava sulla scena per riprendere in prima persona.[3] Il regista inoltre fa un grande uso del grandangolo, che esaspera le prospettive

Kubrick decide di girare molte scene di Arancia meccanica in locations a Borehamwood: sono state usate delle piccole stanze di una fabbrica per costruire le ambientazioni del Korova Milk Bar e della prigione, mentre la strada dove scorrazzano i drughi è anch'essa a Borehamwood; tutto si svolgeva al massimo a 2/3 chilometri da casa di Kubrick, tranne l'università dove sono state girate le scene della cura Ludovico

In Italia Arancia meccanica viene presentato alla Mostra del cinema di Venezia nel 1972; tra le istituzioni e tutte le ali politiche dell'epoca vi è una generale indignazione.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 22 Feb 2010 - 12:41

Proseguirei con Kubrick... se nessuno ha niente in contrario!
Oggi posto....

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Mov_eyes_wide_shut

Titolo originale: Eyes Wide Shut
Paese: USA/Regno Unito
Anno: 1999
Durata: 159 min
Genere: drammatico, thriller
Regia: Stanley Kubrick

CAST:

Tom Cruise: Dott. William "Bill" Harford
Nicole Kidman: Alice Harford
Sidney Pollack: Victor Ziegler
Todd Field: Nick Nightingale
Sky Dumont: Sandor Szavost
Marie Richardson: Marion
Vinessa Shaw: Domino
Fay Masterson: Sally
Leon Vitali: Ierofante rosso
Rade Šerbedžija: Sig. Milich
Leelee Sobieski: Figlia di Milich
Thomas Gibson: Prof. Carl Thomas
Alan Cumming: Portiere dell'albergo
Madison Eginton: Helena Harford
Jackie Sawiris: Roz
Leslie Lowe: Illona
Michael Doven: Segretario di Ziegler
Louise J. Taylor: Gayle
Stewart Thorndike: Nuala
Randall Paul: Harris
Julienne Davis: Amanda "Mandy" Curran
Lisa Leone: Lisa
Kevin Connealy: Lou Nathanson
Mariana Hewett: Rosa
Togo Igawa: Uomo giapponese


TRAMA:

La trama del film ricalca da vicino quella della novella di Schnitzler, fatto salvo il trasferimento della scena dalla Vienna anni '20 alla New York anni '90, e il cambio dei nomi: il medico Fridolin diventa il medico Bill Harford (Tom Cruise) e la moglie Albertine diventa Alice (Nicole Kidman).

All'inizio del film i due sono invitati a una sontuosa festa di Natale dal milionario Victor Ziegler (Sidney Pollack); Bill vi ritrova Nick, un vecchio compagno di università diventato pianista, e alla fine della festa è chiamato a curare una ragazza vittima di un'overdose mentre era in compagnia di Ziegler.

La sera successiva Alice sotto effetto della marijuana confessa di avere desiderato, durante un'estate, di tradirlo con un giovane ufficiale di marina. Bill è turbato dalla confessione e ancor più quando viene chiamato per la morte di un suo conoscente dalla figlia che davanti alla salma del padre gli dichiara il suo amore.

Bill sconvolto invece di tornare a casa comincia a vagare per la New York notturna, viene adescato da una prostituta che però lascia poco dopo; ritrova poi in un locale notturno il pianista Nick che gli parla di una strana setta che organizza orge in una villa e gli rivela la parola d'ordine per esservi ammessi: "Fidelio". Bill si procura un mantello nero e una maschera e si presenta alla villa dove assiste a un'orgia ritualizzata tra ragazze nude dal volto mascherato e uomini ugualmente mascherati. Una delle ragazze mette in guardia Bill sul grave pericolo che corre assistendovi; poco dopo Bill viene portato davanti al capo della loggia e smascherato come intruso; interviene di nuovo in suo favore la ragazza ottenendo che venga semplicemente allontanato dalla villa a condizione di non rivelare a nessuno quello che ha visto.

Il giorno dopo Bill inizia un'indagine sui fatti strani della notte, scopre che Nick è stato portato via di forza dall'albergo dove alloggiava, e una notizia letta sul giornale lo conduce in una camera mortuaria a esaminare il cadavere di una donna nella quale crede di riconoscere la ragazza che lo aveva aiutato. Viene poi invitato a casa da Victor Ziegler che, imbarazzatissimo, gli rivela di essere stato presente anche lui all'orgia, di essere membro della setta alla quale partecipano personaggi altolocati, e che la ragazza morta è effettivamente la stessa che lo aveva aiutato e la stessa che aveva curato alla festa. A Bill, che teme di essere stato la causa della sua morte, Victor dice che la ragazza è morta per l'ennesima overdose, che non c'è stato alcun delitto e che quello che gli è capitato nella villa era solo una messa in scena per spaventare a morte l'intruso.

Tornato a casa a tarda sera Bill ritrova la moglie che dorme accanto alla maschera da lui usata nella notte precedente. Piangendo racconta tutto ad Alice. Ed è Alice a concludere con parole quasi identiche a quelle del libro (ma proprio l'ultima parola fuck è un'aggiunta di Kubrick) che in fondo è un bene essersi svegliati e che sarà un bene rimanere svegli a lungo

CURIOSITA':

Il film è fitto di rimandi extratestuali ad altre opere di Kubrick, tanto da poter essere considerato una vera e propria summa di autocitazioni, da Lolita, a 2001: odissea nello spazio, da Arancia Meccanica a Shining, e nel pedinamento notturno di cui Tom Cruise è oggetto da parte di un uomo pelato, a Rapina a mano armata (il pedinatore è praticamente il sosia di Kola Kwariani, l'attore che nell'omonimo film interpreta la parte di Maurice, il lottatore e giocatore di scacchi).
Secondo Frederic Raphael, la scena dell'orgia (o del consesso mascherato) trae in parte la sua ispirazione da una presunta festa organizzata dal duca Valentino, Cesare Borgia, e tenutasi in Vaticano il 31 ottobre 1501, giorno di Ognissanti, a cui parteciparono ben cinquanta cortigiane. A proposito di questa festa, Richard Sennett, nel suo libro Flesh and Stone racconta che per l'occasione erano presenti il Papa (Alessandro VI), il duca e sua sorella Lucrezia Borgia, e che agli uomini presenti in grado di copulare con il numero maggiore di cortigiane venivano offerti in premio vari capi di abbigliamento pregiato, tra cui giustacuori di seta, scarpe e cappelli.
Nel celebre libro Il codice da Vinci l'autore Dan Brown descrive le cerimonie segrete del Priorato di Sion in modo molto simile a quella messa in scena da Kubrick nel film, e lo cita esplicitamente.
La parola d'ordine che Tom Cruise carpisce dall'amico pianista, necessaria per entrare nella villa, è Fidelio, diversamente da quella presente nella versione originale, "Danimarca". Ha un significato nascosto? Alcuni l'hanno semplicemente visto come traduzione di "fedele". Altri fanno invece riferimento al Fidelio opera lirica musicata da Beethoven che parla della fedeltà coniugale ma che tratta anche il tema della lotta contro la tirannia dei potenti.
Nella sequenza dell'orgia, il cerimoniere mascherato che officia il rito è interpretato da Leon Vitali, collaboratore abituale di Kubrick e già interprete in Barry Lyndon di Lord Bullingdon.
Originariamente la parte interpretata da Marie Richardson era stata interpretata da Jennifer Jason Leigh. Dopo avere visto il girato, Kubrick, insoddisfatto del risultato, decise di convocare nuovamente l'attrice, la quale era però impegnata sul set di Existenz di David Cronenberg. A causa dell'indisponibilità della Leigh la scena venne girata nuovamente con la Richardson al suo posto.
La parte di Victor Ziegler, l'amico faccendiere di Tom Cruise, era stata inizialmente assegnata a Harvey Keitel, il quale però a metà riprese se ne andò, esasperato dalla certosina lentezza del regista, e venne poi sostituito da Sydney Pollack.
Nel novembre del 1999 la Warner Bros. dichiarò pubblicamente che con un guadagno globale di 155.655.000 $, Eyes Wide Shut si assestava come il maggiore successo commerciale di Kubrick.
Nella versione del film per il mercato americano la scena dell'orgia è stata censurata elettronicamente nei punti più scabrosi.
Il protagonista del film è un medico newyorkese, l'autore della novella Arthur Schnitzler era un medico austriaco, e Stanley Kubrick era figlio di un medico austriaco emigrato da Vienna a New York.
Il titolo inglese del film è un ossimoro. L'espressione abituale "Eyes wide open" (occhi totalmente aperti, cioè occhi spalancati) viene trasformata in Eyes wide shut, e in italiano può essere ipoteticamente tradotto come "occhi spalancati ma chiusi".
Nel film Tom Cruise dichiara di essere sposato da nove anni, come di fatto era con la stessa Nicole Kidman.
Lo stesso soggetto venne messo in scena alcuni anni prima nel film di serie B italiano di Mario Bianchi Ad un passo dall'aurora, del 1989 ambientato a Venezia con Tinì Cansino.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 22 Feb 2010 - 12:46

e dato che ieri non c'ero ... ne posto due oggi... riamngo sempre con Kubrick.. stavolta un Horror, un classico che non si può non vedere!


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Shining

Titolo originale The Shining
Autore Stephen King
1ª ed. originale 1977
Genere romanzo
Sottogenere horror
Lingua originale inglese


TRAMA:

King in quest'opera narra un'intrigante e allo stesso tempo spaventosa vicenda che ha come protagonista una famiglia americana; vicenda che nel corso del libro viene appunto animata da macabri episodi che portano i personaggi ad avere paura l'uno dell'altro.

La storia è ambientata nell'inverno del 1976-77. Jack Torrance, che ha perso il proprio lavoro d'insegnante dopo aver aggredito uno studente e cerca di portare a termine una commedia alla quale lavora da tempo, accetta un lavoro offertogli dall'amico Al Shockley: trasferirsi come guardiano invernale all'Overlook Hotel, un imponente albergo, costruito nel dopoguerra, che domina le alte montagne del Colorado. Jack accetta la proposta e porta con sé la moglie Wendy e il figlio Danny di cinque anni. La famiglia spera di ritrovare nell'albergo un periodo di serenità, correndo il rischio però di rimanere isolati da tutto il mondo esterno a causa della neve che li bloccherà durante tutto l'inverno. Appena arrivati Jack ha un colloquio col direttore dell'albergo, Ullman, che lo informa che molti anni prima Delbert Grady, guardiano invernale di quell'anno, impazzì e si uccise dopo aver fatto a pezzi la moglie e le figlie. Quello è stato solo uno dei tanti omicidi avvenuti nell'albergo.

Durante il colloquio Danny conosce il cuoco Dick Hallorann con cui ha in comune dei poteri extra-sensoriali, la cosiddetta "aura" che gli permette di vedere fatti accaduti o che accadranno. Dick dice a Danny che se mai avrà bisogno d'aiuto basterà chiamarlo con la forza del pensiero e lui lo sentirà.

Con il passare del tempo la famiglia si ritrova subito in un'atmosfera sinistra e Danny, grazie ai suoi poteri e all'aiuto dell'amico immaginario Tony, avverte il peso degli orribili avvenimenti passati che si materializzano davanti a lui, come il delitto della stanza 217, ma impara anche ad opporsi ad essi e a smascherare le false presenze.

Jack, che rovistando nel sotterraneo ha scoperto dei documenti compromettenti sulla storia dell'albergo, diviene prigioniero delle presenze del passato e non può sfuggire ad esse che lo controllano e lo portano all'irrefrenabile impeto di uccidere Wendy e Danny volendo prolungare così la spirale di delitti e orrori.

Madre e figlio capiscono che Jack non è più lo stesso e Wendy trova il coraggio di ferirlo, ma ciò non lo ferma e così Danny in preda al panico chiama Dick che accorre con un gatto delle nevi e mette in salvo la famiglia lasciando Jack nell'albergo che dopo poco va a fuoco a causa dell'esplosione della caldaia, la cui pressione non veniva scaricata ormai da troppi giorni.

CURIOSITA':

La storia doveva essere originariamente ambientata in un parco divertimenti, ma durante una vacanza, King e la moglie Tabitha soggiornarono allo Stanley Hotel ad Estes Park Colorado mentre i dipendenti si preparavano alla chiusura invernale. L'hotel Stanley fu usato per la miniserie TV della ABC. King ha anche ammesso di aver basato la figura di Jack Torrance su se stesso.
L'autore inizia a raccontare l'episodio in cui Danny entra nella stanza 217, proprio a pagina 217.
Il titolo è stato preso da una canzone di John Lennon, "Instant Karma!". Nella canzone si dice "We all shine on". King voleva chiamare il libro "The Shine" ma lo cambiò quando scoprì che "shine" era usato anche come termine denigratorio per la gente di colore.
Shining è uno dei testi che più hanno ispirato Kubrick nelle sue opere.
Nel film Ho sposato un'aliena l'attrice Kim Basinger, che interpreta un'extraterrestre che tra gli altri ha anche il potere di leggere tutto il contenuto di un libro prendendolo soltanto in mano, prende il libro da uno scaffale e, dopo aver provato un brivido, lo posa immediatamente.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMar 23 Feb 2010 - 10:18

E il mio 1000esimo messaggio lo voglio dedicare a questo Capolavoro del Cinema! ! !
Unico! ! ! con attori Superbi e musiche fantastiche! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Il-padrino

Titolo originale: The Godfather
Paese: USA
Anno: 1972
Durata: 175 min
Genere: gangster, drammatico
Regia: Francis Ford Coppola
Soggetto: Mario Puzo
Sceneggiatura: Mario Puzo, Francis Ford Coppola
Produttore: Albert S. Ruddy
Casa di produzione: Paramount Pictures

CAST:

Marlon Brando: Don Vito Corleone
Al Pacino: Michael Corleone
James Caan: Santino "Sonny" Corleone
Robert Duvall: Tom Hagen
Diane Keaton: Kay Adams
Talia Shire: Connie Corleone
John Cazale: Fredo Corleone
Richard Castellano: Peter Clemenza
Abe Vigoda: Salvatore Tessio
Sterling Hayden: Cap. Mark McCluskey
Al Lettieri: Virgil "Il Turco" Sollozzo
Gianni Russo: Carlo Rizzi
Corrado Gaipa: Don Tommasino
Al Martino: Johnny Fontane
John Marley: Jack Woltz
John Martino: Paulie Gatto
Lenny Montana: Luca Brasi
Richard Conte: Don Barrese (Barzini)
Alex Rocco: Moe Greene
Salvatore Corsitto: Amerigo Bonasera
Julie Gregg: Sandra Corleone
Simonetta Stefanelli: Apollonia Vitelli-Corleone
Saro Urzì: Sig. Vitelli
Angelo Infanti: Fabrizio il Pastore
Franco Citti: Calò


TRAMA:

New York, 1945. Vito Corleone, detto il padrino, è un immigrato siciliano che, dopo anni di crimine, principalmente nell'organizzazione del gioco d'azzardo illegale e nei racket sindacali, si è affermato come il più potente dei capi-mafia italo-statunitensi della città. La sua organizzazione, la Famiglia Corleone, con cui gestisce un enorme giro di affari illegali, coinvolge l'iracondo figlio maggiore Santino detto Sonny, Fredo, ingenuo e poco intelligente, e il figliastro Tom Hagen, brillante avvocato divenuto "consigliere" cioè braccio destro del capo. Il suo potere non si basa solo sulla violenza, ma anche e soprattutto sull'"amicizia", che il Capo elargisce generosamente a chi gli chiede favori, ma che pretende ricambiata in maniera assoluta e che gli ha creato negli anni una preziosa rete di conoscenze e protezioni nel mondo cosiddetto "legale".

Dopo il fastoso matrimonio "alla siciliana" della figlia Constanzia (Connie), Corleone riceve Virgil Sollozzo, pericoloso trafficante di droga chiamato "Il Turco", affiliato alla famiglia Tattaglia, una delle cinque cosche mafiose newyorkesi, che gli chiede protezione giudiziaria e finanziaria per impiantare un traffico di stupefacenti di vasta portata. Il capo rifiuta il proprio appoggio al nascente affare della droga, nonostante il parere favorevole di Santino e di Tom, e tra le famiglie mafiose scoppia una feroce guerra fatta di reciproci attentati ai principali capi e rappresentanti.

Quando viene a sapere che il padre è in pericolo di vita a seguito di un terribile attentato, Michael Corleone, decorato della Seconda guerra mondiale e unico figlio di Vito a non essere sino allora coinvolto negli affari criminali della famiglia, convince il fratello Santino, che ha preso momentaneamente il comando, a farlo incontrare con Sollozzo per ucciderlo, tendendogli un tranello durante un incontro per trattare una tregua. Michael, alla fine, affronta lo spacciatore di droga e il capitano di polizia corrotto che lo scorta, e li uccide in un ristorante. Per evitare di essere arrestato o ucciso, il giovane lascia gli Stati Uniti e si nasconde nel paese di Corleone, in Sicilia, la terra natìa del padre Vito. Qui incontra e s'innamora di Apollonia, giovane siciliana che sposa, ma che poco dopo muore in un attentato "al tritolo" cui egli scampa fortunosamente.

Nel frattempo, a New York, Santino cade in un'imboscata, dove viene brutalmente ucciso. Appena ripresosi, Vito riassume il comando e, colpito profondamente dalla morte del figlio, decide di porre fine alla faida convocando un incontro tra i capi delle principali famiglie mafiose italo-statunitensi. Durante l'incontro i boss decidono di permettere lo spaccio di droga, ma con alcune regole che tutti saranno tenuti a rispettare, pena una nuova guerra. In cambio della pace e della garanzia dell'incolumità di Michael, Vito accetta di porre le proprie protezioni giudiziarie al servizio del nascente affare.

Rientrato in America, Michael prende il posto di Santino nella cosca di famiglia, e in breve tempo il padre gli passa il comando ritirandosi a vita privata, continuando a consigliare il figlio da dietro le quinte. Nel frattempo Michael sposa Kay Adams, sua antica fidanzata e compagna del college, da cui ha un figlio, Anthony Vito.

Alla morte del padre nel 1954, Michael riceve una proposta dai capi delle altre famiglie mafiose per stipulare un nuovo accordo di pace ma grazie ai vecchi consigli paterni, il nuovo boss sa che i capi delle cinque famiglie in realtà operano per esautorare la famiglia Corleone e che durante l'incontro lo uccideranno. Con un'audace mossa la anticipa e fa uccidere tutti i capi rivali punendo con la morte anche chi l'ha tradito, il caporegime Tessio e il cognato Carlo Rizzi, marito di Connie, che anni prima tradì il fratello Santino. Per ordine di Michael, Carlo è strangolato dal caporegime Peter Clemenza, padrino di battesimo e precettore mafioso di Santino.

Uscita dalla guerra di mafia come la più potente "famiglia" di Nuova York, i Corleone completano i preparativi per trasferirsi in Nevada, a Las Vegas e a Reno dove il gioco d'azzardo, tradizionale attività familiare, si sta espandendo in forma apparentemente legale.

Informata da Connie, Kay chiede al marito se è vero che ha fatto uccidere il cognato. Michael mentendo lo nega, ma Kay capisce la verità quando vede il marito, nello studio del padre, ricevere dai capiregime i deferenti omaggi dovuti al nuovo padrino.

PREMI:

-3 Premi Oscar 1973: miglior film, miglior attore protagonista (Marlon Brando), miglior sceneggiatura non originale
-5 Golden Globe 1973: miglior film drammatico, miglior regista, miglior attore in un film drammatico (Marlon Brando), miglior sceneggiatura, miglior colonna sonora originale
-Premi BAFTA 1973: miglior colonna sonora
-National Board of Review Awards 1972: miglior attore non protagonista (Al Pacino)
-2 Kansas City Film Critics Circle Awards 1973: miglior regista, miglior attore (Marlon Brando)
-2 David di Donatello 1973: miglior film straniero, Premio speciale a Al Pacino per la sua interpretazione
-1 Grammy: "miglior colonna sonora"


SCUSATE SE E' POCO... BACIAMO LE MANI ! ! !
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMer 24 Feb 2010 - 10:16

Oggi posto un film diciam che potrebbe rientrare anche nel genere brendoniano....

il film è:


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Constantine

Titolo originale: Constantine
Paese: Stati Uniti
Anno: 2005
Durata: 121 min
Genere: horror
Regia: Francis Lawrence
Soggetto: Jamie Delano e Garth Ennis (dal fumetto Hellblazer)

CAST:

Keanu Reeves: John Constantine
Rachel Weisz: Angela Dodson/Isabel Dodson
Shia LaBeouf: Chas Kramer
Djimon Hounsou: Papa Midnite
Max Baker: Beeman
Pruitt Taylor Vince: Padre Hennessy
Gavin Rossdale: Balthazar
Tilda Swinton: Gabriele
Peter Stormare: Lucifero
José Zùñiga: Detective Xavier


TRAMA:

Un detective del soprannaturale, John Constantine, si affianca alla bella e scettica poliziotta Angela Dodson per indagare sul suicidio della sorella gemella di lei. In realtà il suicidio di Isabel era stato causato dai suoi poteri medianici. La giovane sapeva che Mammon, figlio di Satana, intendeva instaurare il suo regno sulla terra, adempiendo ad una profezia della Bibbia Infera.

Per riuscire a scoprire cosa ha spinto Isabel alla morte, Angela cerca di recuperare le proprie abilità di medium, in modo da poter visitare l'Inferno; ma diventa così il tramite ideale per la venuta di Mammon.
Così viene rapita e Gabriele tenta di portare sulla terra Mammon usando la lancia del destino. Una perversa unione tra il prediletto di Dio e il figlio di Satana. Gabriele agisce così perché ritiene gli uomini indegni del loro dono, e vuole che solo coloro che sopravviveranno al regno degli inferi in terra possano accedere al paradiso ("Gli umani riescono ad elevarsi al di sopra delle nefandezze solo quando sono a terra"). Nella sua follia, in realtà Gabriele agisce per la salvezza di tutto il genere umano, intesa come salvezza delle loro anime.

John interviene suicidandosi per richiamare l'attenzione di Lucifero, il quale mal vede la venuta di un altro "Signore del Male" sulla Terra. Lucifero ferma Gabriele, poi chiede a John quale sia il suo ultimo desiderio, quest'ultimo chiede solo la salvezza per la sorella di Angela.

Questo è il sacrificio, richiesto da Dio per essere ammessi al paradiso; ma ora che finalmente Dio apre le sue porte a Constantine, Lucifero gli ridona la vita (curandolo dal cancro), in modo che possa dimostrare di meritare in realtà l'inferno. Così Costantine si ritrova pronto per una nuova avventura, senza cancro ai polmoni e con una nuova possibilità per meritare la redenzione.

Dopo i titoli di coda, Costantine porta i saluti alla tomba di Chas Kramer, il ragazzo che lo aiuta nella sua avventura. In quell'istante si vede che Chas Kramer, divenuto angelo, va in paradiso.

CURIOSITA':

Nel film recitano due attrici che di lì a poco avrebbero vinto l'Oscar: Rachel Weisz (nel 2006 per The Constant Gardener) e Tilda Swinton (nel 2008 per Michael Clyaton). Mentre un altro attore del cast, Djimon Hounsou era stato nominato all'Oscar nel 2004 per In America di Jim Sheridan ed avrebbe bissato la nomina (anche in questo caso senza successo), nel 2007 per Blood Diamond.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeVen 26 Feb 2010 - 9:06

Ma ... sono rimasto da solo?!? a postare Film?
Oggi posto una commediola demenziale... ma troppo bella per la bravura degli interpreti! ! !
La trama così breve non rende a un film di questo genere. é un film da vedere ! ! ! Non si può riassumere ! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Lapanterarosa

itolo originale: The Pink Panther
Paese: USA
Anno: 2006
Durata: 93 min
Genere: commedia
Regia: Shawn Levy

CAST:

# Steve Martin: Ispettore Jacques Clouseau
# Kevin Kline: Charles Dreyfus
# Beyoncé Knowles: Xania
# Jean Reno: Gendarme Gilbert Ponton
# Emily Mortimer: Nicole
# Henry Czerny: Yuri
# William Abadie: Bizu
# Scott Adkins: Jacquard
# Dexter Bell: Terry Ahkee-Sauce
# Kristin Chenoweth: Cherie
# Jason Statham: Yves Gluant (non accreditato)
# Clive Owen: Nigel Boswell/Agente 006

TRAMA:

L'ispettore Clouseau (Steve Martin) è chiamato ad indagare sulla misteriosa morte dell'allenatore della nazionale francese Yves Gluant, e sulla sparizione del leggendario diamante denominato Pantera Rosa o Invisibile Rosa, di proprietà dello stesso Gluant.


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Steve-martin-e-jean-reno-in-la-pantera-rosa-24188
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeSab 27 Feb 2010 - 18:55

Oggi posterei un film sentimentale con risvolti comici.... sempre con Steve Martin ! ! !


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Img_35994_lrg

itolo originale: Roxanne
Paese: Stati Uniti
Anno: 1987
Durata: 107 min
Genere: commedia
Regia: Fred Schepisi
Soggetto: Edmond Rostand
Sceneggiatura: Steve Martin

CAST:

* Steve Martin: C.D. "Charlie" Bales
* Daryl Hannah: Roxanne Kowalski
* Rick Rossovich: Chris McConnell
* Shelley Duvall: Dixie
* John Kapelos: Chuck
* Fred Willard: Mayor Deebs
* Max Alexander: Dean
* Michael J. Pollard: Andy

TRAMA:

Nella cittadina di Nelson il Capo dei Vigili del Fuoco "C.D." tenta vanamente di far funzionare il suo gruppo di uomini animati da tanta buona volontà ma un poco pasticcioni. C.D. però ha un grosso problema costituito dall'enorme naso che lo rende oggetto di facili ironie. Tuttavia egli maschera la sua malinconia e la sua solitudine interiore dietro un personaggio ironico e scherzoso. La sua vita cambia quando in città giunge una giovane e bella astronoma di nome Roxanne di cui si innamora senza avere però il coraggio di dichiararsi. Finisce per scriverle lettere d'amore brillanti ed appassionate per conto di un suo Vigile, Chris, che con Roxanne ha un flirt di modesto successo. Solo alla fine emergerà la verità. Il film alterna momenti di esilarante commedia con altri di profondo valore emotivo offrendo anche qualche spunto di riflessione.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeDom 28 Feb 2010 - 12:31

Oggi posto un altro film ccomico con il mitico Martin e il bravissimo Candy... ormai purtroppo non più presente su questo pianeta.... un attorecomunque bravissimo! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Img_88553_lrg

Titolo originale: Planes, Trains and Automobiles
Paese: USA
Anno: 1987
Durata: 92 min
Genere: commedia
Regia: John Hughes
Sceneggiatura: John Hughes

CAST:

# Steve Martin : Neal Page
# John Candy : Del Griffith
# Laila Robins : Susan Page
# Michael McKean : State Trooper
# Kevin Bacon : Taxi Racer
# Dylan Baker : Owen
# Olivia Burnette : Marti Page
# Larry Hankin : Doobie
# Richard Herd : Walt
# Matthew Lawrence : Little Neal Page
# Edie McClurg : Car Rental Agent
# Bill Erwin : Man on Plane
# Ben Stein : Wichita Airport Representative

TRAMA:

Neal Page (Steve Martin) è un serissimo uomo d'affari che lavora a New York, ma per il giorno del ringraziamento si concede una vacanza a casa dalla famiglia a Chicago. La sfortuna vuole che però in seguito ad una furiosa nevicata tutti i voli siano stati cancellati, e la destinazione più vicina a casa è Wichita. Page finisce per incrociare il proprio viaggio con quello di Del Griffith (John Candy), un venditore di anelli per doccia, di carattere bonario ma piuttosto invadente. Il viaggio di poco più di un'ora che avrebbe dovuto affrontare Neal si trasformerà in un calvario di tre giorni, in cui, sempre accompagnato dal petulante Del, dovrà ricorrere ad ogni mezzo di trasporto per riuscire ad arrivare a casa.

CURIOSITA':

Nella scena in cui i due protagonisti, Neal e Del, stanno percorrendo l'autostrada con l'automobile in pessime condizioni, affiancano e superano un'altra vettura. In quella macchina il passeggero è l'attrice americana Susan Sarandon.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeDom 28 Feb 2010 - 13:21

Concordo sulla bravura di John Candy! Un brutto colpo sapere della sua prematura scomparsa proprio pochi mesi dopo averlo scoperto come attore... :(
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 1 Mar 2010 - 10:23

Oggi posterei un altro film con il mitico J. Candy ! ! ! un film comico per tutta la famiglia!
Da vedere! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Locandina

Titolo originale: Uncle Buck
Lingua originale: inglese
Paese: USA
Anno: 1989
Durata: 100 min
Genere: commedia
Regia: John Hughes

CAST:

* John Candy: Zio Buck Russell
* Jean Louisa Kelly: Tia Russell
* Gaby Hoffmann: Maizy Russell
* Macaulay Culkin: Miles Russell
* Amy Madigan: Chanice Kobolowski
* Elaine Bromka: Cindy Russell
* Garrett M. Brown: Bob Russell
* Laurie Metcalf: Marcie Dahlgren-Frost
* Jay Underwood: Bug


TRAMA:

Cindy e Bob Russell hanno tre figli: due sono ancora bambini, mentre Tia ha quindici anni. Vivono a Chicago, hanno una bella casa e un buon lavoro: visti dall'esterno sembrano una famiglia perfetta. Appena si entra nella loro casa si scoprono però grossi problemi: i genitori non sanno fare davvero i genitori, il rapporto tra Tia e la madre è molto difficile, manca un vero dialogo. Quando al padre di Cindy viene un infarto, Bob e Cindy decidono di andare a Indianapolis a trovarlo e affidano i figli durante la loro assenza al bizzarro zio Buck. Grasso, confusionario e pasticcione, sembra la persona meno adatta ad occuparsi dei tre ragazzi. Invece saprà dare ai tre nipoti le cure di cui hanno bisogno e il buon rapporto creato con lo zio si rifletterà in modo positivo nel rapporto con i genitori.


Ultima modifica di giotaglia_80 il Lun 1 Mar 2010 - 10:40 - modificato 1 volta.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 1 Mar 2010 - 10:35

Il film lo conosco, è davvero spassoso, ma anche con una bella trama: binomio sempre più raro nelle commedie attuali... :roll:
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeLun 1 Mar 2010 - 11:12

Gas75 ha scritto:
Il film lo conosco, è davvero spassoso, ma anche con una bella trama: binomio sempre più raro nelle commedie attuali... :roll:


Concordo! Nelle commedie più recenti non c'è più niente di bello e/o divertente! ! ! Eccetto rare eccezioni ! ! !
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMar 2 Mar 2010 - 8:53

Oggi vorrei postare un film sentimentale con un pizzico di fantasy....

UNA SIRENA A MANHATTAN

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 1980413

Titolo originale: Splash
Paese: USA
Anno: 1984
Durata: 111 min
Genere: commedia
Regia: Ron Howard

CAST:

* Tom Hanks: Allen Bauer
* Daryl Hannah: Madison
* Eugene Levy: Walter Kornbluth
* John Candy: Freddie Bauer
* Dody Goodman: signora Stimler


TRAMA:

Vent'anni prima a Cape Cod. Un ragazzino si butta in acqua e incontra una sirena-bambina che nuota nel mare. Lui viene "salvato" e riportato sulla nave.

New York, oggi. Allen, il ragazzo, lavora ai mercati generali, manda avanti un commercio di frutta e verdura col fratello Freddie. Mentre Freddie se la spassa, Allen è giù di morale: la sua ragazza lo ha piantato. Si reca a Cape Cod, a camminare sula spiaggia dove incontra uno strano tipo di scienziato. A causa di un incidente, Allen cade da una barca e finisce in mare. Non sa nuotare, ma una bellissima ragazza lo porta a riva per poi scomparire. La ragazza è una sirena ed è proprio lei l'oggetto delle ricerche dello scienziato che riesce pure a vederla per un attimo sott'acqua.

La sirena, tramite il portafoglio perso da Allen, rintraccia il suo indirizzo e si dirige, via acqua, verso New York. Approda ai piedi della statua della Libertà, nuda, in mezzo ai turisti, creando sensazione. La polizia telefona ad Alan, che accorre. La ragazza non sa parlare, ma dimostra palesemente la sua gioia nell'averlo ritrovato. Allen è in estasi. Cominica a trascurare il suo lavoro, pensa solo all'amore. Lei si rivela piena di risorse: in un solo pomeriggio, guardando la tv ai grandi magazzini, impara l'inglese.

Siccome, poi, il suo è un nome impronunciabile, viene ribattezzata Madison. Regala ad Allen una fontana sovrastata dalla statua di una sirena. Lui le chiede di sposarlo, ma Madison rifiuta: ha un segreto che non può rivelare. Non solo, può restare con lui solo sei giorni: dopo ci sarà la luna piena e dovrà ripartire. Nel frattempo, l'uomo che l'ha vista nelle acque di Cape Cod la riconosce nella ragazza fotografata sotto la statua della Libertà.

Volendo rivelare a tutti la vera natura di Madison, le corre dietro cercando di innaffiarla: in tal modo, come dicono le leggende, se sarà bagnata, le rispunterà la coda di pesce e lo scienziato acquisterà la fama. Dopo vari tentativi, una sera ci riesce e Madison rimane, impotente, in mezzo alla strada. Viene portata al museo di storia naturale insieme ad Allen - ritenuto della sua stessa razza - e entrambi vengono immersi in una vasca, diventando oggetto di studi da parte degli scienziati che vagheggiano di sezionare la povera sirena.

A vedere e a sentire tutto ciò, il colpevole dell'accaduto comincia a pentirsi. Quando Allen, rilasciato, lo rintraccia, l'uomo decide di aiutare il giovane a salvare Madison.

Insieme a Freddie che si unisce al gruppo, si recano al museo, inscenando una commediola per imbrogliare i marines di guardia. Riescono a portare fuori la sirena che, riasciugatasi, riacquista l'uso delle gambe. Inseguiti da mezzo esercito, Allen e Madison raggiungono il porto. Prima di partire per sempre, Madison ricorda ad Allen l'episodio della caduta in mare durante la sua fanciullezza: se lui volesse, potrebbe seguirla. Senza rischio. Potrebbe nuotare e respirare sott'acqua.

Vedendo arrivare i camion dell'esercito che cominciano a vomitare soldati in tenuta da campagna e uomini rana che si tuffano nelle acque del porto da un elicottero, Allen si tuffa anche lui. Madison, già lontana, torna indietro. Insieme, si liberano degli inseguitori per poter raggiungere, liberi, le profondità del mare.


CURIOSITA':

Consacratosi come il giovane Richie Cunningham della serie Happy days, intrapresa la carriera di regista Howard faticò a lungo nell' allontanarsi dal personaggio. L'attrice protagonista Hannah, reduce dal successo di Blade runner nell'incontrarlo per la prima volta, lo chiamò affettuosamente con il nome del ragazzo, tra l'altro suo idolo, destandogli non poco imbarazzo e disapprovazione.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitimeMar 2 Mar 2010 - 9:36

Questo film l'ho cominciato a vedere 2 volte e in entrambi i casi non mi ha coinvolto al punto da proseguire... :no:
Eppure mi piacciono Tom Hanks come attore e Ron Howard come regista!
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 9 Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema
Torna in alto 
Pagina 9 di 16Vai alla pagina : Precedente  1 ... 6 ... 8, 9, 10 ... 12 ... 16  Seguente
 Argomenti simili
-
» >> AL CINEMA >> ROMANZO DI UNA STRAGE (2012) DVDrip

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Brendon Forum :: Old London :: Cavalcando Falstaff: area off-topic-
Vai verso: