Comunità del fantasy dedicata all'eroe creato da Claudio Chiaverotti. - Materiale riprodotto dal sito di Sergio Bonelli Editore resta proprietà della casa editrice. - Qui spam = ban!
IndiceGalleriaFAQCercaRegistratiAccedi
Siti e forum amici
Siti amici del Brendon Forum
Gli "sponsor" del Forum

Ultimi argomenti
» Qualcuno volò sulla punta del pennello...
Gio 4 Gen 2018 - 15:26 Da Gas75

» Aria di Natale...
Lun 25 Dic 2017 - 20:40 Da Gas75

» Zagor
Mer 20 Dic 2017 - 14:24 Da Gas75

» Dampyr
Dom 3 Dic 2017 - 19:00 Da Gas75

» Che canzone state ascoltando? 2
Dom 3 Dic 2017 - 15:01 Da Gas75

» Grafica del Forum
Dom 12 Nov 2017 - 12:43 Da Gas75

» S#4 Noi siamo leggenda - luglio 2006
Dom 12 Nov 2017 - 0:03 Da toro seduto

» E' morto Sergio Bonelli
Ven 29 Set 2017 - 8:59 Da Gas75

» #S14 Ritorno al Regno del Nonmai - luglio 2017
Dom 23 Lug 2017 - 16:20 Da Gas75

» #95 Universi - febbraio 2014
Sab 22 Lug 2017 - 12:56 Da <alessandro>

» Julia
Sab 15 Lug 2017 - 17:15 Da <alessandro>

» Paolo Limiti
Ven 30 Giu 2017 - 22:56 Da BeatOFPleasure2

» #66 Timerider - aprile 2009
Gio 29 Giu 2017 - 15:04 Da <alessandro>

» Nathan Never
Mar 27 Giu 2017 - 21:38 Da Gas75

» Immagini dalla Nuova Inghilterra! 2
Mer 7 Giu 2017 - 20:39 Da Gas75

» Mister No Riedizione
Gio 1 Giu 2017 - 10:23 Da <alessandro>

» #24 Cuore di corvo - aprile 2002
Gio 25 Mag 2017 - 15:44 Da Gas75

» Palmanova The Games Fortress, dal 30 giugno al 2 luglio 2017
Mer 24 Mag 2017 - 8:00 Da <alessandro>

» Le scene più toccanti di Brendon
Mar 23 Mag 2017 - 11:35 Da <alessandro>

» Ci metto la firma
Mar 23 Mag 2017 - 8:28 Da Gas75

Migliori postatori
Gas75 (12257)
 
<alessandro> (6393)
 
ghera (3669)
 
giotaglia_80 (3150)
 
fiamme d'inferno (1467)
 
Pincopallino (372)
 
Basko (182)
 
BeatOFPleasure2 (116)
 
rolling (34)
 
ginkgobiloba (26)
 

Condividere | 
 

 [libro] Gli elisir del diavolo (di E. T. A. Hoffmann)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Gas75
Borgomastro
avatar


MessaggioTitolo: [libro] Gli elisir del diavolo (di E. T. A. Hoffmann)   Gio 30 Apr 2009 - 14:24

L'unico romanzo che, sebbene letto durante un'estate particolarmente afosa, è riuscito a farmi sentire un brivido di freddo lungo la schiena! :affraid:
Una storia "nera", ma anche romantica e triste...

[In questo romanzo scritto tra il 1815 e il 1816] compaiono motivi cari a Hoffmann: sdoppiamento della coscienza e follia. Protagonista il monaco Medardo o Medardus che, strappato alla sua originaria innocenza, si abbandona ad una passione criminale, sulla scia del desiderio e dell'istinto omicida. Nonostante l'orrore per le proprie azioni, Medardus rimarrà a lungo sordo ai consigli di un misterioso pittore, finché non vedrà riflessi i suoi crimini nella figura di un suo "simile", in cui riconosce segni atavici. Capisce allora che anche in lui si combatte la guerra tra le opposte potenze che governano il nostro destino. Con questo romanzo Hoffmann compie un'azione dirompente: distrugge l'archetipo umano prevalente nell'immaginario della sua epoca. Medardus è la storia di un Io privo di un centro preciso, che si strugge per dare un senso alla sua esistenza. Ma sarebbe riduttivo concepire "Gli Elisir del diavolo" solo come un romanzo che ha per tema centrale un caso di schizofrenia o di dispersione dell'Io. Hoffmann da un lato esprime tratti psicologici salienti tra gli scrittori del Romanticismo, dall'altra è legato a un razionalismo illuminista che concepisce la scrittura come un ambito in cui la ragione trova nuovi modi per ridefinire il proprio concetto di verità. La novità consiste in questo: legare la varia riflessione sullo status psicologico e morale dell'individuo moderno a una trattazione basata sugli stereotipi che a quella trattazione in qualche modo si rifanno. L'attenzione si è sovente concentrata sull'originalità dell'analisi psicologica del protagonista la vera novità che destruttura al suo interno il romanzo nero. Medardus è il rappresentante di un’umanità indefinita nella sua identità, una specie di entità mutevole che esplica in modo sempre diverso la sua stessa esistenza. Egli assume continuamente nomi e aspetti diversi che sono espressione di un'identità instabile e che riconducono all'immaginario legato ai miti dell'età classico-romantica.

_________________


Tornare in alto Andare in basso
 
[libro] Gli elisir del diavolo (di E. T. A. Hoffmann)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» [libro] Gli elisir del diavolo (di E. T. A. Hoffmann)
» [libro e film] Harry Potter e la pietra filosofale (di J. K. Rowling e C. Columbus)
» Libro "Tra Scilla e Cariddi" - Storia di navi e di uomini
» [libro e film] Harry Potter e l'Ordine della Fenice (di J. K. Rowling e D. Yates)
» MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Brendon Forum :: Old London :: Fantacinebook: narrativa e cinema fantasy-
Andare verso: