Brendon Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Comunità del fantasy dedicata all'eroe creato da Claudio Chiaverotti. - Materiale riprodotto dal sito di Sergio Bonelli Editore resta proprietà della casa editrice. - Qui spam = ban!
 
IndiceGalleriaCercaRegistratiAccedi
Siti e forum amici
Siti amici del Brendon Forum
Ultimi commenti
» Qualcuno volò sulla punta del pennello...
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeSab 20 Mar 2021 - 11:28 Da Gas75

» Che canzone state ascoltando? 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeSab 13 Mar 2021 - 14:58 Da <alessandro>

» #57 Gli sterminatori - ottobre 2007
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeLun 15 Feb 2021 - 21:59 Da Gas75

» [libro] Sandokan - Le Tigri di Mompracem, di Emilio Salgari
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeLun 25 Gen 2021 - 23:10 Da Gas75

» #91 L'equazione di Kellerman - giugno 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeDom 2 Ago 2020 - 18:43 Da <alessandro>

» Zagor
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMer 8 Lug 2020 - 13:45 Da <alessandro>

» #90 L'ultimo degli eroi - aprile 2013
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeLun 6 Lug 2020 - 14:13 Da <alessandro>

» [libro] Quando scende il buio e altri racconti (di G. Pero)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeSab 4 Lug 2020 - 18:46 Da Gas75

» Disney fantasy
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeVen 26 Giu 2020 - 13:41 Da <alessandro>

» Dylan Dog
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeDom 14 Giu 2020 - 16:37 Da Gas75

» #79 La sposa in nero - giugno 2011
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeVen 12 Giu 2020 - 15:54 Da <alessandro>

» Curiosità e notizie dal web 2
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMer 3 Giu 2020 - 13:12 Da Gas75

» S#13 La mappa delle stelle (team-up con Morgan Lost) - luglio 2016
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeVen 10 Apr 2020 - 16:24 Da Gas75

» Superman/Batman
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMar 31 Mar 2020 - 17:01 Da <alessandro>

» [film] Riddick (di David Twohy)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 23:31 Da <alessandro>

» Grafica del Forum
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeLun 14 Ott 2019 - 18:05 Da <alessandro>

» Archivio immagini di Brendon realizzate per le fiere del fumetto
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeGio 9 Mag 2019 - 14:12 Da Gas75

» Messaggi privati di spam
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeGio 2 Mag 2019 - 10:25 Da Gas75

» Dampyr
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeDom 28 Ott 2018 - 15:28 Da Gas75

» E' morto Sergio Bonelli
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeGio 25 Ott 2018 - 16:23 Da BeatOFPleasure2

Migliori postatori
Gas75 (12380)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
<alessandro> (6490)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
ghera (3669)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
giotaglia_80 (3150)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
fiamme d'inferno (1467)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
Pincopallino (372)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
Basko (182)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
BeatOFPleasure2 (143)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
rolling (34)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 
ginkgobiloba (26)
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_lcapLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_voting_barLa bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 I_vote_rcap 

 

 La bacheca di Syrus: per parlare di cinema

Andare in basso 
3 partecipanti
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 6 ... 9, 10, 11 ... 16  Successivo
AutoreMessaggio
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMar 2 Mar 2010 - 11:22

è molto carino come film... il finale un pò banale a mio parere... ma rimane un film leggero e da vedere!
FIDATI ! ! !
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMer 3 Mar 2010 - 10:09

Continuerei con il filone J. Candy! ! ! E posterei un altro film commedia bellissimo! ! !

CARA MAMMA MI SPOSO

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 220pxonlythelonelyver1


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Cara%20Mamma%20Mi%20Sposo

Titolo originale: Only the Lonely
Lingua originale: Inglese
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1991
Durata:104 min
Genere: commedia
Regia: Chris Columbus

CAST:

* John Candy : Danny Muldoon
* Maureen O'Hara : Rose Muldoon
* Ally Sheedy : Theresa Luna
* Kevin Dunn : Patrick Muldoon
* Milo O'Shea : Doyle
* Bert Remsen : Spats
* Anthony Quinn : Nick Acropolis
* James Belushi : Salvatore Buonarte
* Macaulay Culkin : Billy Muldoon
* Kieran Culkin : Patrick Muldoon Jr.
* Allen Hamilton : O'Neal


TRAMA:

Danny Muldoon è un poliziotto di 38 anni che vive ancora con la madre, Rose, a Chicago. Ha sacrificato buona parte della sua vita da quando è morto il padre, lavorando in polizia per far studiare legge al fratello Patrick, ora avvocato e rinunciando a molte cose per soddisfare la madre molto protettiva. Lavora insieme a un poliziotto di origini italiane, Salvatore Buonarte. Una sera, mentre è al bar con la madre e due inguaribili scapoloni, arrivano due anziani signori che sorreggono un altro, che a prima vista sembra ubriaco. In verità è un morto e il motivo per cui lo portano lì è una vecchia scommessa fatta con il gestore del locale. Arriva subito l'agente di pompe funebri, d'origine siciliana, che aveva in affidamento il cadavere, accompagnato dalla figlia. A Danny non sfugge la bella ragazza e chiede ai due scapoli se ne sanno qualcosa. Gli spiegano che si chiama Theresa Luna e che lavora per il padre, truccando i cadaveri per le visite nelle camere ardenti. Così inizia il corteggiamento di Danny a Theresa, con molte difficoltà, la prima delle quali è la madre, molto riluttante. Dopo varie vicessitudini, tra cui il matrimonio annullato all'ultimo momento, i due finiranno insieme e anche l'anziana Signora Muldoon troverà l'amore nel giardiniere di origine greca, Nick Acropolis.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMer 3 Mar 2010 - 10:18

Ohibò, questo non ricordo se l'ho visto... La trama mi dà dei deja-vu, ma non al punto da ricordare la storia nei dettagli... :scratch:
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMer 3 Mar 2010 - 10:27

è un film veramente carino! da vedere!
Fidati Gas!
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeGio 4 Mar 2010 - 12:14

Oggi posterei una commediola simpatica e leggera... con un Pryor mitico e insuperabile!

CHI PIU' SPENDE...PIU' GUADAGNA!


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 01cc7f1030541689525

Titolo originale: Brewster's Millions
Lingua originale: inglese
Paese:USA
Anno: 1985
Durata:97 min
Genere: commedia
Regia: Walter Hill

CAST:

* Richard Pryor: Monty Brewster
* John Candy: Spike Nolan
* Lonette McKee: Angela Drake
* Stephen Collins: Warren Cox
* Rick Moranis: Morty King
* Jerry Orbach: Charlie, manager della squadra di baseball
* Pat Hingle: Edward Roundfield
* Hume Cronyn: il vecchio zio Brewster


TRAMA:

l giovane Monty Brewster si trova in un'anomala situazione: per entrare in possesso di una favolosa eredità lasciatagli dallo zio Rupert deve spendere 30 milioni di dollari in un mese. Tratto da un racconto di George Barr McCutcheon, è stato già portato sullo schermo in ben 6 versioni. Abituato a girare un altro genere di film, W. Hill non si trova a suo agio in questa commedia alla Frank Capra. Ma dirige gli attori magistralmente.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeGio 4 Mar 2010 - 22:52

Bene ho ricontrollato tutti i film pstati per non commettere errori...e ho notato na acuna assolutamente da colmare...

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Philadelphia1


Titolo originale: Philadelphia
Lingua originale: inglese
Paese: USA
Anno: 1993
Durata: 117 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: Drammatico
Regia: Jonathan Demme
Soggetto: Ron Nyswaner
Sceneggiatura: Ron Nyswaner

Interpreti e personaggi
Tom Hanks: Andrew Beckett
Denzel Washington: Joe Miller
Roberta Maxwell: Giudice Tate
Buzz Kilman: Crutches
Karen Finley: Dr. Gillman
Charles Glenn: Kenneth Killcoyne
Ron Vawter: Bob Seidman
Anna Deavere Smith: Anthea Burton
Stephanie Roth Haberle: Rachel Smilow
Joanne Woodward: Sarah Beckett
Jason Robards: Charles Wheeler
Antonio Banderas: Miguel Alvarez
Bradley Whitford: Jamey Collins
Julius Erving: sé stesso
Mary Steenburgen: Belinda Conine
Obba Babatundé: Jerome Green
Charles Napier: Giudice Garnett
Roger Corman: Mr. Laird


Trama
Andrew "Andy" Beckett (Tom Hanks) è un giovane e brillante avvocato gay di Filadelfia, ma viene licenziato dall'importante studio legale per il quale lavora perché malato di AIDS. Trova con grande difficoltà un avvocato, Joe Miller (Denzel Washington), che lo rappresenti nella causa che desidera intentare contro i cinque avvocati soci dello studio per il quale lavorava, convinto di aver subito una discriminazione ingiusta e crudele. Nel frattempo, Andrew viene completamente divorato dalla malattia che lo sta uccidendo. Attorno ad Andy, si stringono tutti i suoi affetti: la sua famiglia lo appoggia incondizionatamente e lo circonda di commovente tenerezza (in primis sua madre, interpretata da Joanne Woodward); il suo compagno Miguel (Antonio Banderas) lo assiste amorevolmente. La causa viene vinta giusto in tempo. La giuria condanna i soci al risarcimento di circa 4 milioni e mezzo di dollari. Andrew muore poco dopo, nella struggente scena finale, circondato da tutti i suoi amici e parenti, compreso il suo avvocato Joe Miller, commosso dalla sua vicenda.

Uno degli aspetti più singolari del film è la riflessione esistenziale: incomparabile è la scena in cui Andry, conscio del suo destino ma animato da un senso di giustizia e da una visione eroica della vita, conversando con Joe, sentendo un canto lontano che lentamente si espande, si lascia totalmente trasportare. È l’aria dell’Andrea Chenier “la mamma morta”, splendidamente eseguita da Maria Callas. In un profondissimo soliloquio, il protagonista esprime tutto il suo sentimento nello struggente sentimento che la musica gli infonde, dandoci forse la più bella interpretazione in assoluto del capolavoro di Umberto Giordano.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeVen 5 Mar 2010 - 11:29

Oggi continuerei con Pryor... grande attore che è caduto con questo film... leggero leggero, ma sempre gradevole da vedere... più che altro per un pubblico adolescenziale! ! !
GIOCATTOLO A ORE ! ! !

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 572779006_12c4bcdf7a_o

Titolo originale: The Toy
Lingua originale:inglese
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1982
Durata:105'
Genere: commedia
Regia: Richard Donner

CAST:

* Richard Pryor: Jack Brown
* Scott Schwartz: Eric Bates
* Jackie Gleason: U S Bates
* Ned Beatty: Mr Morehouse
* Virginia Capers: Ruby Simpson
* Annazette Chase: Angela
* Teresa Ganzel: Francy Bates
* Don Hood: O Brien
* Tony King: Clifford
* Karen Leslie Lyttle: Fraulein
* Linda McCann: Honey Russel
* B.J. Hopper: Geffran


Trama:

Quando il miliardario U S Bates accompagna il figlio Eric al negozio di giocattoli, dichiarando scegli tutto quello che vuoi, non avrebbe mai pensato che la scelta del bambino cadesse sul povero commesso Jack Brown...
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeVen 5 Mar 2010 - 11:32

Bello questo! :bravo:
Aneddoto bizzarro: lo vidi la prima volta una mattina in tv, sarà stato l'85... Qualche anno dopo, l'hanno spacciato come prima visione mandandolo in prima serata... :roll:
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeVen 5 Mar 2010 - 20:47

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Match-point-locandina


Titolo originale: Match Point
Paese: Gran Bretagna/USA/Lussemburgo
Anno: 2005
Durata: 124 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 1.85 : 1
Genere: drammatico
Regia: Woody Allen
Soggetto: Woody Allen
Sceneggiatura: Woody Allen

Interpreti e personaggi
Jonathan Rhys-Meyers: Chris Wilton
Scarlett Johansson: Nola Rice
Matthew Goode: Tom Hewett
Emily Mortimer: Chloe Hewett Wilton
Brian Cox: Alec Hewett
Penelope Wilton: Eleonor Hewett
Ewen Bremner: Ispettore Dowd
James Nesbitt: Detective Banner
Rupert Penry-Jones: Henry
Alexander Armstrong: Mr. Townsend
Paul Kaye: Estate Agent
John Fortune: John l'autista
Miranda Raison: Heather
Rose Keegan: Carol
Zoe Telford: Samantha
Margaret Tyzack: Mrs. Eastby
Colin Salmon: Ian


Trama
Chris (Jonathan Rhys-Meyers) è un giovane irlandese, bello e fortunato con le donne. Di origini modeste, riesce ad avere successo grazie al tennis professionistico; lasciato il tennis e l'isola natale, si sposta a Londra, per aver maggiori possibilità di salire la scala sociale.

Qui gli Hewitt, ricca famiglia borghese, lo accolgono generosamente nel loro giro di amici, come maestro di tennis, e Chris finisce con lo sposarne la figlia Chloe (Emily Mortimer). Per Chris giunge finalmente la vita agognata, con un buon lavoro e una ottima posizione economica. Ma nella sua vita entra l'americana Nola (Scarlett Johansson), con cui il suo amico e cognato Tom (Matthew Goode) ha rotto il fidanzamento. La passione tra i due si scatena e Nola rimane incinta mentre Chloe sembra non riuscire ad avere il figlio che desidera.

Nella logica del film la società è impregnata di un cinismo con cui si è perso ogni senso morale, per cui al delitto non segue più il castigo. Nel tennis è il match point che segna la fine della partita; nella vita, è il caso a determinare la vittoria o la sconfitta. Alla fine della storia si evincerà il dominio dell'egoismo sulla giustizia divina. Il caso contro il destino. Per meglio dire, il raffronto è tra la palla fuori o la palla dentro. Non è un Dio inappellabile che giudica ma semplicemente la Fortuna, il Fato o il Destino, come lo si chiami, che decide se la tua mossa è dentro o fuori. Non c'è Giustizia o Giudizio, ma solo lo scorrere della vita a fare di noi dei perdenti o dei vincenti.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeSab 6 Mar 2010 - 12:46

Oggi posterei un'altra commedia del mitico Candy! ! !
Chi è Harry Crumb?
Consiglio il film a tutti! Bellissimo anche se un pò demenziale! adatto per passare una serata spensierata!


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Chieharrycrumb00

Titolo originale: Who's Harry Crumb?
Paese: USA
Anno: 1989
Durata: 88 min
Genere: commedia
Regia: Paul Flaherty

CAST:

* John Candy Harry Crumb
* Jeffrey Jones Eliot Draisen
* Annie Potts Helen Downing
* Tim Thomerson Vince Barnes
* Barry Corbin P.J. Downing
* Shawnee Smith Nikki Downing
* Valri Bromfield Det. Casey
* Doug Steckler Dwayne
* James Belushi Uomo nell'autobus

Trama:

La figlia maggiore del ricco P.J. Downing viene rapita, e il padre per ritrovarla si rivolge all'agenzia investigativa di Eliot Draisen. Draisen però ha organizzato il rapimento assieme alla moglie di Downing, e per questo decide di affidare il caso all'imbranato detective Harry Crumb, sicuro che non sarebbe mai riuscito a risolverlo.
Nonostante una lunga serie di pasticci ed equivoci Harry, con l'aiuto di Nikki Downing (sorella della rapita) riuscirà a sventare il piano, assicurando Draisen e la moglie di Downing alla giustizia e diventando il nuovo capo dell'agenzia investigativa.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite




La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeDom 7 Mar 2010 - 20:21

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 8-e-mezzo


Paese: Italia/Francia
Anno: 1963
Durata: 140 min
Colore: B/N
Audio: sonoro
Rapporto: 1,85:1
Genere: drammatico
Regia: Federico Fellini
Soggetto: Federico Fellini, Ennio Flaiano
Sceneggiatura: Federico Fellini, Ennio Flaiano, Tullio Pinelli, Brunello Rondi
Produttore: Angelo Rizzoli

Interpreti e personaggi
Marcello Mastroianni: Guido, il regista
Claudia Cardinale: Claudia
Anouk Aimée: Luisa
Sandra Milo: Carla
Rossella Falk: Rossella
Barbara Steele: Gloria
Nadine Sanders: Nadine, la hostess
Mino Doro: agente di Claudia
Guido Alberti: Pace il produttore
Madeleine LeBeau: l'attrice francese
Jean Rougeul: Carini l'intellettuale
Caterina Boratto: la signora delle terme
Annibale Ninchi: il padre di Guido
Giuditta Rissone: la madre di Guido
Eddra Gale: la Saraghina
Mario Conocchia: direttore di produzione
Cesare Miceli Picardi: ispettore di produzione
Maria Antonietta Beluzzi: una cliente delle terme
Tito Masini: il cardinale
Mario Pisu: Mezzabotta
Jacqueline Bonbon: Yvonne la soubrette
Ian Dallas: Maurice il telepata
Georgia Simmons: la nonna di Guido
Edy Vessel: Edy indossatrice
Annie Gorassini: l'amica di Pace
Rossella Como: amica di Luisa
Gilda Dahlberg: la moglie del giornalista americano
Olimpia Cavalli: Olimpia
Hazel Rogers: la negretta
Bruno Agostini: segretario di produzione
Elisabetta Catalano: sorella di Luisa
Sebastiano De Leandro: un prete
Giuliana Calandra:
Frazier Rippy: il segretario laico del cardinale
Roberta Valli: bambina
Eva Gioia: la ragazza dell'ispettore di produzione
Dina De Santis: la ragazza dell'ispettore di produzione
Roby Nicolosi: un medico delle terme
Maria Tedeschi: la direttrice della scuola
Polidor: un clown
Ian Dallas: mago inglese
Marisa Colomber: Una zia di Guido


Trama
Guido Anselmi (Marcello Mastroianni), un affermato regista di quarantatré anni, sta elaborando il suo prossimo film. Egli si trova a trascorrere un periodo di riposo in una stazione di cure termali poiché il suo spirito creativo si è inaridito e non riesce a dare una direzione chiara al suo progetto cinematografico. Sollecitato dal produttore, interrogato dai suoi assistenti e dagli attori che vogliono capire quale storia sta per raccontare, quali intenzioni vorrebbe esprimere, cerca di trovare ispirazione in una specie di bilancio generale della sua esistenza: un bilancio fatto di rapporti con personaggi reali e di fantasticherie, ricordi, sogni, che si inseriscono all'improvviso negli avvenimenti concreti delle sue giornate e delle sue notti. Dei suoi sogni fanno parte i ricordi del padre e della madre, morti, con i quali egli discorre teneramente, come con persone vicine. La paura della morte e il mistero di Dio si palesano attraverso una crisi esistenziale in cui non riesce a dare un senso al suo rapporto con gli altri e al suo passato. E tutto questo non fa che rendere consapevole quello smarrimento che egli si porta dentro da anni e che le cure della esistenza quotidiana e del lavoro avevano in parte mascherato. In un onirico affresco di immagini si alternano i personaggi di contorno: un intellettuale che cerca di interpretare in modo organico le intuizioni di Guido, la moglie con cui è da tempo in crisi affettiva (Anouk Aimée), l'amante, un'accogliente ma frivola Sandra Milo e una donna di sogno, interpretata da un'intensa Claudia Cardinale.

I giorni trascorrono mentre i fatti reali, i ricordi e le fantasie del regista si accavallano sempre più fino a diventare indistinguibili. Il produttore fa visionare a Guido dei provini, fa costruire un'enorme piattaforma di lancio per un'astronave, indice una conferenza stampa sul set in cui finalmente il regista dovrà raccontare a tutti quelle che sono le sue intenzioni riguardo al film, ma in realtà il regista è sempre più confuso, non ha idea di cosa vuole raccontare, né di come farlo. Ormai è spacciato, è la fine della sua carriera e della sua stessa vita: egli decide di abbandonare la regìa del film durante la conferenza stampa. Ma proprio quando tutto sembra essere finito, quando i giornalisti si sono allontanati e le maestranze iniziano a smontare il set di un film che non si farà più, ecco la rivelazione, ecco l'ispirazione che Guido cercava inutilmente: il film sarà proprio il racconto di tutte le sue passioni, i suoi sogni, i suoi ricordi, gli slanci, le debolezze e le crisi che insieme sono la vita stessa. Il film che sta per cominciare a dirigere non è altro che 8½ stesso.

In un carosello finale con tutti i personaggi del film, il regista, che ha ora riconquistato l'innocenza e la gioia di vivere, si rivede bambino.

La genesi
Dopo aver girato Le tentazioni del dottor Antonio, episodio del film corale Boccaccio '70, per la testa di Fellini comincia a girare l'idea di un nuovo film, ma non un'idea precisa, piuttosto un accumulo di idee vaghe che tentano di mescolarsi tra di loro. Quando parla del progetto all'amico Ennio Flaiano questi sembra più scettico che convinto; come si può filmare il pensiero di un uomo, la sua immaginazione, i suoi sogni?

La scrittura della sceneggiatura non procede, non c'è un progetto preciso e Fellini non ha neanche un titolo da dargli: si accontenta per ora del provvisorio 8 e ½, poiché questa pellicola viene dopo sette suoi film più un "mezzo" (cioè l'episodio Le tentazioni del dottor Antonio del film Boccaccio '70, girato assieme a Vittorio De Sica, Mario Monicelli e Luchino Visconti).

Ma quando tutto è pronto sorge un problema di cui Fellini non ha parlato a nessuno: il film non c'è più, l'idea che aveva in testa è sparita. Quando è ormai deciso a comunicare la disfatta al produttore Angelo Rizzoli, Fellini viene interrotto da un capo macchina di Cinecittà che lo chiama per festeggiare il compleanno di un macchinista.

Tra i festeggiamenti gli arrivano gli auguri per il nuovo film, che ormai non c'è più, ma una volta seduto su una panchina arriva il lampo di genio: il film parlerà proprio di questo, di un regista che voleva fare un film ma non si ricorda più quale, cosicché il protagonista, Guido Anselmi, interpretato da uno splendido Marcello Mastroianni, diventa la proiezione di Fellini stesso per un nuovo capolavoro del regista, con cui arriverà al terzo premio Oscar della sua carriera, forse il più importante di tutti.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeLun 8 Mar 2010 - 10:11

Oggi posterei quata commediola con un grande Nicholson! ! !

QUALCOSA E' CAMBIATO

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Qualcosaecambiatoposter

Titolo originale: As Good as It Gets
Paese: USA
Anno: 1997
Durata: 139 min
Genere: commedia
Regia: James L. Brooks
Soggetto: Mark Andrus

CAST:

* Jack Nicholson: Melvin Udall
* Helen Hunt: Carol Connelly
* Greg Kinnear: Simon Bishop
* Cuba Gooding Jr.: Frank Sachs
* Skeet Ulrich: Vincent Lopiano
* Shirley Knight: Beverly Connelly
* Yeardley Smith: Jackie Simpson
* Missi Pyle: Cafe 24 Waitress
* Shane Black: Cafe 24 Manager Brian
* Jesse James: Spencer Connelly
* Jamie Kennedy: Street Hustler
* Lawrence Kasdan: Dr. Green
* Julie Benz: Receptionist
* Harold Ramis: Dr. Martin Bettes
* Jimmy Workman: Sean da Bakery
* Todd Solondz: uomo sul Bus

TRAMA:

Melvin Udall è un affermato scrittore di romanzi rosa che vive a New York; soffre di disturbo ossessivo-compulsivo, offende e umilia costantemente gli altri a causa del suo pessimo carattere, è un misantropo razzista e non ama molto neri, gay, ebrei, vecchiette e cani. Simon, il suo vicino di casa gay, è un pittore che subisce un'aggressione in casa e, per pagare l'assistenza sanitaria ha dilapidato tutto il suo patrimonio e, durante la convalescenza, è costretto ad affidare il suo amato cagnolino Verdell a Melvin. Carol è una ragazza single, madre di un bambino debolissimo di salute, che fa la cameriera in un coffee-shop dove Melvin va a mangiare ogni giorno portandosi dietro posate di plastica per la sua paura dei germi.

Un giorno Carol è costretta a rinunciare al lavoro per assistere suo figlio ammalato, ma questo fatto stravolge le abitudini di Melvin. Per risolvere il problema, lo scrittore invia a casa di Carol il suo medico personale con l'ordine di non badare a spese fare tutto il possibile per far guarire il bambino in modo che Carol possa tornare a servirgli il pranzo e a sopportare le sue cattiverie. Intanto Simon è stato sfrattato e chiede a Melvin di ospitarlo nel suo appartamento.

Simon, che dopo l'aggressione non riesce più a dipingere, viene convinto dalla sua ex segretaria ad andare dai suoi genitori a Baltimora, per chiedere loro il denaro che gli occorre. Visto che non può guidare, convince così Melvin e Carol ad accompagnarlo nel viaggio. Melvin si prepara meticolosamente ad affascinare Carol approfittando del viaggio, ma non riesce mai a mostrarsi migliore di quello che vorrebbe essere, diventando perfino geloso dell'amicizia tra Carol e Simon.

Al rientro a New York, Carol dice chiaro e tondo che non vuole più dover sopportare Melvin. Ma Simon sprona l'amico a reagire e Melvin, vincendo finalmente le sue ossessioni, riesce a confessare a Carol il suo amore per lei.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMar 9 Mar 2010 - 16:42

Oggi posterei questo film Fantascientifico... e di un "supereroe"!!!

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Hellboy-locandina

Titolo originale: Hellboy
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 2004
Durata: 122 min, 132 min (director's cut)
Genere: azione, fantascienza, supereroi
Regia: Guillermo del Toro
Soggetto: dal fumetto di Mike Mignola

CAST:

* Ron Perlman: Hellboy
* John Hurt: Trevor "Broom" Bruttenholm
* Doug Jones: Abraham "Abe" Sapien
* Selma Blair: Elizabeth "Liz" Sherman
* Rupert Evans: John Myers
* Karel Roden: Grigori Rasputin
* Jeffrey Tambor: Tom Manning
* Brian Steele: Sammael
* Ladislav Beran: Karl Ruprect Kroenen
* Biddy Hodson: Ilsa
* Corey Johnson: Agente Clay
* Kevin Trainor: giovane "Broom"
* Brian Caspe: Agente Lime
* James Babson: Agente Moss
* Stephen Fisher: Agente Quarry
* Garth Cooper: Agente Stone
* Angus MacInnes: Sergente Whitman
* Jim Howick: Capoluogo Matlin


Trama:

Il film inizia nel 1944, nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale dove i servizi segreti Nazisti stanno svolgendo un misterioso rito magico chiamato "Ragnarok", condotto dal loro alleato russo, il malvagio stregone Grigorij Efimovič Rasputin (incredibilmente sopravvisuto al suo assassinio), apre un portale verso l'aldilà. Un plotone di Alleati li attacca facendo fallire il procedimento alla fine di una violenta lotta: Rasputin viene rinsucchiato nel portale metre si richiude e i suoi due tirapiedi, la bella Ilsa e l'uomo meccanico Kroenen scompaiono misteriosamente. Il giovane professore Trevor Bruttenholm è convinto che durante tutto il tempo nel quale il portale è rimasto aperto, potrebbe essere uscito qualcosa. Infatti ritrova un cucciolo di una creatura rossa dalle forme demoniache, e decide di prendersene cura, battezzandolo Hellboy.

Nei nostri tempi, Il giovane agente dell' FBI, John Myers, viene trasferito nel misterioso centro B.P.R.D., dove molti vociferano che all'interno di quel centro vengono nascoste creature paranormali e soggenti occulti. Infatti Myers incontra Il Prof Broom presso l'uomo anfibio Abe Sapien. Il Professore gli affida l'incarico di diventare il nuovo aiutante personale di Hellboy, una nota figura occulta del posto.

Nel frattempo, sulle alte montagne della Moldova Ilsa e Kroenen, tramite un sanguinoso sacrificio, fanno risorgenre Rasputin, determinato a riprendere il suo fallito rito.

Il gruppo BPDR (composto principalmente da Abe, Hellboy e Myers) viene guidato al museo di New York a fermare una mostruosa creatura chiamata Sammael che faceva strage dei guardiani; Hellboy riesce a sconfiggere il mostro per le strade della città fino alle ferrovie metropolitane. Dopo la missione, Hellboy và a incontare Liz Sherman, una ragazza dai poteri infuocanti allontanata dal centro per i suoi problemi personali, della quale Hellboy è attirato. Intanto Abe, con i suoi poteri telepatici ha soperto come Rasputin è tornato e come ha creato Sammael con un reperto del museo rubato da Kroenen e Ilsa. Sammael è capace di risorgere fecondando molte uova.

Il gruppo ritorna a New York e mentre Abe scopre delle uova di Sammel nelle fogne, Hellboy si scontra prima conro Kroenen e poi con un Sammael adulto, sconfiggendolo nella stazione metropolitana. Kroenen invece finge di essere morto per essere portato nel centro BPRD. Liz e Myers iniziano a uscire, origliati dal gelosissimo Hellboy. Intanto il Prof Broom esegue un'autopsia al corpo di Kroenen finchè trova un misterioso biglietto ma mentre lo analizza, fa la sua comparsa Rasputin, che spiega di voler rapire Hellboy per concludere il suo rito (che consiste nell'apocalisse ad opera degli infernali Ogdru Jahad guidati da Hellboy). Nel frattempo però Kroenen si auto-riassembla e uccide il professore, per poi andarsene con Rasputin. Il giorno dopo, tutto il centro compreso Hellboy celebrano il suo funerale.

Per fermare Rasputin il gruppo (tranne Abe, rimasto ferito dai Sammael dopo la sua missione nelle fogne) si reca nell'innevata Mosca all'interno del Mausoleo di Rasputin, pieno di trappole e insidie. Nonostante ciò, Tom Manning (il burbero superiore di Hellboy) aiuta Hellboy a sconfiggere Kroenen, vendicando il padre mentre Myers e Liz, grazie ai suoi poteri elimina tutti i Sammael e le loro uova, ma Rasputin e Ilsa rapiscono i due. Segue il regolamento di conti tra Hellboy e Rasputin.

Raputin prende il controllo di Hellboy, che riesce a invocare i Ogdru Jahad, facendo diventare il cielo rosso sangue, ma proprio quando il rito sta per finire Myers riesce a far tornare in se' Hellboy, che si ribella sbarazzandosi degli Ogdru Jahad e trafiggendo mortalmente Rasputin per poi mettere al sicuro i suoi amici. Dal cadavere di Rasputin però fuoriesce un gigantesco Behemoth tentacolare, che uccide Ilsa. Hellboy ha un'ultimo duello con il mostro che dopo avergli amputato alcuni suoi tentacoli con una spada ricavata da una statua, lo fa esplodere con le mine di Myers.

Il film termina con Hellboy e Liz che si baciano osservati dal pensieroso Myers.

Riconoscimenti:

Nominato a 4 Saturn Award nel 2005, vincitore per il miglior trucco, classificatosi all'undicesimo posto tra i film più visti del 2005.

Colonna sonora:

Come colonna sonora del film è presente So Cold dei Breaking Benjamin.
Torna in alto Andare in basso
Gas75
Borgomastro
Gas75



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMar 9 Mar 2010 - 19:46

La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 677big.th

Titolo originale: I cento passi
Paese: Italia
Anno: 2000
Genere: drammatico, biografico
Regia: Marco Tullio Giordana
Soggetto: e sceneggiatura: Claudio Fava, Marco Tullio Giordana, Monica Zapelli

Interpreti e personaggi principali:
* Luigi Lo Cascio: Peppino Impastato
* Luigi Maria Burruano: Luigi Impastato
* Lucia Sardo: Felicia Impastato
* Paolo Briguglia: Giovanni Impastato
* Tony Sperandeo: Gaetano Badalamenti
* Andrea Tidona: Stefano Venuti
* Claudio Gioè: Salvo Vitale
* Domenico Centamore: Vito
* Antonino Bruschetta: cugino Anthony

Trama: Cento sono i passi che occorre fare, nella piccola Cinisi, per colmare la distanza tra la casa degli Impastato e quella del boss mafioso Tano Badalamenti.
Il giovane Peppino Impastato vive cercando di sfuggire a quest'inesorabile legame con l'ambiente mafioso che il padre, Luigi Impastato, un po' per inerzia, un po' perché ha una moglie da proteggere e due figli da crescere, non ha la forza di rompere. Anche di fronte alla vulnerabilità sua e della propria famiglia, Peppino, animato da uno spirito civico irrefrenabile, non esita, con l'involontaria complicità del fratello Giovanni, ad attaccare don Tano e a denunciarne pubblicamente le malefatte.
Il percorso "controcorrente" di Peppino nasce quando, bambino, vede scorrere davanti a sé gli albori della lotta politica contro la mafia e il potere a essa colluso, lotta a cui poi prenderà parte attiva una volta adolescente e poi da adulto. La morte violenta dello zio capomafia, l'incontro con il pittore comunista Stefano Venuti, il rifiuto del padre biologico e della famiglia intesa in senso mafioso e il formarsi con il pittore idealista, suo vero "padre etico", sono i punti di svolta della vita di Peppino bambino, che lo segneranno per il resto della sua esistenza. La frase "noi comunisti perdiamo perché ci piace perdere" sembra quasi un preludio alla sua tragica morte, che giunge quando ormai è diventato troppo scomodo ai mafiosi e il padre, morto in un oscuro incidente, non lo può più proteggere da don Tano. Viene ucciso soprattutto per l'operato dell'irriverente Radio Aut, dai microfoni della quale si è scagliato senza freni a denunciare la mafia e i suoi misfatti.
Torna in alto Andare in basso
giotaglia_80
Consigliere
giotaglia_80



La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitimeMer 10 Mar 2010 - 8:45

Oggi posterei un film sempre sui supereroi... americani!


La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Rendercmsfield

Titolo originale: Fantastic Four
Paese: USA
Anno: 2005
Durata: 106 min
Genere: azione, fantascienza
Regia: Tim Story

CAST:

* Ioan Gruffudd: Reed Richards/Mister Fantastic
* Jessica Alba: Sue Storm/Donna invisibile
* Chris Evans: Johnny Storm/La Torcia Umana
* Michael Chiklis: Ben Grimm/La Cosa
* Julian McMahon: Victor Von Doom/Dottor Destino
* Kerry Washington: Alicia Masters
* Hamish Linklater: Leonard
* Maria Menounos: Infermiera
* Laurie Holden: Debbie
* David Parker: Ernie
* Kevin McNulty: Jimmy O'Hoolihan
* Stan Lee: Willie Lumpkin


TRAMA:

Quattro amici (Reed Richards, Susan Storm, Johnny Storm - fratello di Susan - e Ben Grimm), insieme al dottor Victor von Doom partono per una missione spaziale a scopo scientifico. Una volta in orbita però, a causa di un imprevisto, una nube di raggi cosmici li investe modificando il loro DNA, un evento da cui acquisiranno dei poteri sovrumani. Reed Richards scoprirà che potrà allungare ogni parte del suo corpo a dismisura, Susan Storm può diventare invisibile e generare campi di forza, Johnny può incendiarsi e volare mentre Ben si è tramutato in una grossa "Cosa" dalla pelle di pietra e dalla forza straordinaria. Anche von Doom è stato mutato dai raggi cosmici, che gli hanno conferito dei poteri elettroconduttori e una pelle metallica. Quest'ultimo, che è un avido imprenditore, cerca di usare i suoi poteri per i propri fini, arrivando a minacciare New York e l'intera umanità per soggiogarla ed impadronirsi della terra. Reed, Sue, Johnny e Ben, divenuti nel frattempo popolari supereroi con il nome di Fantastici Quattro, lo sconfiggeranno dopo una dura battaglia.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato





La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Empty
MessaggioTitolo: Re: La bacheca di Syrus: per parlare di cinema   La bacheca di Syrus: per parlare di cinema - Pagina 10 Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
La bacheca di Syrus: per parlare di cinema
Torna in alto 
Pagina 10 di 16Vai alla pagina : Precedente  1 ... 6 ... 9, 10, 11 ... 16  Successivo
 Argomenti simili
-
» >> AL CINEMA >> ROMANZO DI UNA STRAGE (2012) DVDrip

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Brendon Forum :: Old London :: Cavalcando Falstaff: area off-topic-
Vai verso: