Comunità del fantasy dedicata all'eroe creato da Claudio Chiaverotti. - Materiale riprodotto dal sito di Sergio Bonelli Editore resta proprietà della casa editrice. - Qui spam = ban!
 
IndiceGalleriaFAQCercaRegistratiAccedi
Siti e forum amici
Siti amici del Brendon Forum
Ultimi argomenti
» Dampyr
Dom 28 Ott 2018 - 15:28 Da Gas75

» E' morto Sergio Bonelli
Gio 25 Ott 2018 - 16:23 Da BeatOFPleasure2

» uno scellerato alla sventura
Ven 21 Set 2018 - 20:07 Da BeatOFPleasure2

» Che canzone state ascoltando? 2
Mer 5 Set 2018 - 7:50 Da BeatOFPleasure2

» S#16 - Nel tempo e nello spazio - agosto 2018
Gio 9 Ago 2018 - 13:24 Da <alessandro>

» Mister No Riedizione
Ven 27 Lug 2018 - 13:17 Da <alessandro>

» La Luna Nera
Gio 5 Lug 2018 - 16:07 Da Gas75

» S#15 - Il buio oltre le stelle - luglio 2018
Dom 1 Lug 2018 - 10:26 Da Gas75

» Curiosità e notizie dal web 2
Gio 21 Giu 2018 - 10:08 Da <alessandro>

» Qualcuno volò sulla punta del pennello...
Mer 13 Giu 2018 - 9:12 Da <alessandro>

» Topic dei compleanni
Sab 9 Giu 2018 - 11:22 Da Gas75

» Diabolik
Sab 12 Mag 2018 - 8:45 Da Gas75

» [libro] Sandokan - Le Tigri di Mompracem, di Emilio Salgari
Lun 16 Apr 2018 - 16:59 Da <alessandro>

» Figli della stessa donna senza essere fratelli
Gio 22 Mar 2018 - 23:00 Da Gas75

» Aria di Natale...
Lun 25 Dic 2017 - 20:40 Da Gas75

» Zagor
Mer 20 Dic 2017 - 14:24 Da Gas75

» Grafica del Forum
Dom 12 Nov 2017 - 12:43 Da Gas75

» S#4 Noi siamo leggenda - luglio 2006
Dom 12 Nov 2017 - 0:03 Da toro seduto

» #S14 Ritorno al Regno del Nonmai - luglio 2017
Dom 23 Lug 2017 - 16:20 Da Gas75

» #95 Universi - febbraio 2014
Sab 22 Lug 2017 - 12:56 Da <alessandro>

Migliori postatori
Gas75 (12312)
 
<alessandro> (6428)
 
ghera (3669)
 
giotaglia_80 (3150)
 
fiamme d'inferno (1467)
 
Pincopallino (372)
 
Basko (182)
 
BeatOFPleasure2 (138)
 
rolling (34)
 
ginkgobiloba (26)
 

Condividi | 
 

 [film] I Visitatori (di J. M. Poirè)

Andare in basso 
AutoreMessaggio
giotaglia_80
Consigliere
avatar


MessaggioTitolo: [film] I Visitatori (di J. M. Poirè)   Dom 22 Nov 2009 - 19:12

Posto un film che è comico, ma riporta in un certo senso alla memoria il nostro Brendon in versione comica....
A mio modesto parere un film spettacolare e bellissimo che ti fa piegare in due dall'inizio alla fine.... :)





Trama (da Wikipedia):

Nel 1123 nella Francia medievale di Luigi VI di Francia, detto "il Grosso", Goffredo Hamori di Malafesta, conte de Montmirail, d'Appremont e di Papincourt detto "l'Ardito" (Jean Reno), salva il re dall'attacco di soldati inglesi, ricevendo come ricompensa di sposare la figlia del duca di Puy, sua innamorata.

Messosi in viaggio con i suoi cavalieri e con il suo fido scudiero Jean Cojon "il marpione" (Christian Clavier) incontra e fa prigioniera la strega di Malaconca. Nei pressi del castello di Montmirail, la strega riesce a versare una pozione nella borraccia del conte, che gli provoca allucinazioni: egli vede la sua promessa sposa monna Fremebonda (Valerie Lemercier) inseguita da un orso, che in realtà è il duca suo suocero, e convinto di salvarla, lo uccide con la balestra.

Tentando di rimediare al grosso danno, il conte e Jean Cojon chiedono aiuto al mago Eusebius, che commette un grave errore: invece di rispedirli nel passato, li manda nella Francia moderna del 1992.

Abbacinati e confusi da treni, aerei, macchine e autostrade, Goffredo si rifugia in una chiesetta, mentre Jean Cojon conosce una barbona. Il sacerdote chiama subito la contessa Beatrice di Montmirail, riconoscendo lo stemma sull'armatura del conte, ma credendolo un pazzo. Dopo una colluttazione con la polizia, Goffredo viene internato in un ricovero psichiatrico, per essere poi liberato qualche ora dopo dal marito di Beatrice, che è un dentista, convinto dalla moglie della parentela con lo strano personaggio: Beatrice è infatti convinta, anche grazie alle stupide frasi di Jean Cojon e della barbona, giunti a casa sua, che egli sia suo cugino Hubert de Montmirail, pilota di rally disperso nel Borneo da molti anni.

Goffredo si rende conto degli enormi cambiamenti che la società francese ha affrontato e ammutolisce al pensiero che il suo castello è stato comprato e trasformato in albergo di lusso dal discendente di Jean Cojon, lo snob e viziato Giacinto-Maria Jeanco (sempre Christian Clavier).

Quando Beatrice nota l'anello di Goffredo, crede che egli l'abbia rubato al castello e subito porta lui e Jean Cojon a restituirlo. Ovviamente si tratta dello stesso anello ed il paradosso temporale causa una strana tempesta che terminerà con l'esplosione degli anelli, che si fonderanno in uno solo.

Jeanco è irritato dalla presenza dei due "barboni" e dalle continue richieste che Jean Cojon sia suo fratello, e diventa isterico, mentre Beatrice è convinta che un soggiorno nel castello possa far riacquistare la memoria a suo cugino. Nel castello vi è un importante congresso finanziario e gli equivoci abbondano.

Jean Cojon mostra alla barbona Ginette il suo nascondiglio segreto nella cappella del castello, dove ha conservato vari gioielli rubati nella sua epoca, tra cui quelli al defunto duca. Goffredo, fingendo di cercare un tesoro con Beatrice, vuole in realtà trovare il libro nero con la formula magica per tornare nella sua epoca: il libro è consumato dal tempo, ma Beatrice trova un messaggio con un numero di telefono. Il discendente del mago Eusebius è quindi contattato dai due, e prepara la formula magica per farli tornare nella sua epoca. Beatrice, tuttavia, ancora non crede ai racconti di Goffredo.

Durante una cena di gala al castello, Goffredo obbliga Jean Cojon (ormai innamorato di Ginette) a salire in camera per bere la pozione, tra i disastri e lo stupore dei commensali (gendarmi, manager, Beatrice e il marito). Approfittando della confusione, Jean Cojon cambia i suoi vestiti col discendente Jeanco, che Goffredo ha precedentemente addormentato con le pastiglie che gli avevano somministrato in manicomio.

Beatrice non crede al racconto di Goffredo, ma cambia idea quando egli, davanti a lei, manda Jeanco (che loro credono Jean Cojon) nel passato. Lo scambio di saluti è intenso, così come le scuse di Beatrice e il dolore di dirle addio da parte di Goffredo. Ma egli beve la pozione recitando la formula e sparisce in un lampo di luce, proprio mentre entrano nella camera il marito di Bea e i gendarmi. In quel momento esce dal camino Jean Cojon e la contessa, con grande sbalordimento, capisce chi è stato mandato nel passato.

Appena giunto nel passato Goffredo uccide la strega e accoglie Fremedonda e il duca, mentre Jeanco si sveglia nel fango, circondato da rudi contadini: corre verso la nobile coppia a cavallo urlando e chiedendosi che cosa significa quella mascherata.


Ultima modifica di Gas75 il Lun 23 Nov 2009 - 8:48, modificato 2 volte (Motivazione : Omologato titolo)
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [film] I Visitatori (di J. M. Poirè)   Lun 23 Nov 2009 - 21:20

Di una sottile ironia.

L' ho visto una sola volta, tuttavia ne ricordo bene le scene principali...da vedere per farsi quattro risate (la scena in cui il cavaliere e lo scudiero vanno in bagno e' una delle migliori) :)
Torna in alto Andare in basso
 
[film] I Visitatori (di J. M. Poirè)
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» [film] I Visitatori (di J. M. Poirè)
» [film] Il Corvo (di A. Proyas)
» [libro e film] Harry Potter e l'Ordine della Fenice (di J. K. Rowling e D. Yates)
» Qual'è per voi il film più bello?
» The Social Network: un film che fa riflettere sul nostro tempo

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Brendon Forum :: Old London :: Fantacinebook: narrativa e cinema fantasy-
Vai verso: